Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha rimarcato la necessità di fare pressione sulla Russia.

L’incontro tra il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, e il presidente dell’Algeria, Abdelmajid Tebboune, è stato molto fruttuoso. I due hanno parlato molto della guerra in Ucraina, dell’energia, dell’unione europea e della cooperazione tra i due paesi. Queste le dichiarazioni più importanti del presidente Mattarella.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole del capo dello Stato italiano

L’Italia crede che sia necessario “premere sulla Federazione Russa perché venga indotta a interrompere le ostilità e si giunga ad una tregua”. Queste le parole di Mattarella a Tebboune. Il capo dello stato italiano ha anche aggiunto che tra Italia e Algeria vi è “un’amicizia solida ed un partenariato strategico”. “Sono molto lieto – ha detto Mattarella – che in luglio si svolga ad Algeri il quarto vertice intergovernativo tra Algeria e Italia, un appuntamento importante nel corso del quale mi auguro si possano firmare altre intese importanti come quelle che tra poco si firmeranno a palazzo Chigi”.

Mattarella ha dunque elogiato la collaborazione tra Algeria e Italia. “L’Algeria da tempo per l’Italia è un partner strategico per quanto riguarda l’energia oltre che per diversi altri aspetti e noi siamo riconoscenti all’Algeria per l’ulteriore intensificazione di questa collaborazione così come registrato nei mesi scorsi nei contatti intercorsi con il nostro governo”. La collaborazione tra i due Paesi “si estende naturalmente alla ricerca di cooperare insieme nel segno della transizione ecologica”.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Per quanto riguarda il rapporto tra i due Paesi, inoltre, Mattarella ha dichiarato quanto segue. “Vorrei sottolineare come l’Italia stia sollecitando da tempo nell’Unione europea un’intensificazione della collaborazione con l’Algeria e l’agenda per il Mediterraneo, recentemente definita dall’Unione europea, rappresenta un segno di avanzamento da parte dell’Unione e l’Italia intende intensificare gli sforzi perché cresca la collaborazione tra Algeria e Unione europea”.

Le dichiarazioni di Tebboune

Anche il presidente Tebboune ha commentato l’incontro. “Sul fronte energetico, siamo disposti a dare quanto vuole da noi l’Italia. Siamo disposti a darglielo”, ha detto il presidente algerino Tebboune. “L’Italia è un Paese amico. Tra Italia e Algeria possiamo registrare ovunque un accordo totale in tutti settori, a partire da quanto sta accadendo nel Maghreb arabo, nel Mar Mediterraneo e in tutti i rapporti di cooperazione tra i nostri due Paesi”. Il presidente algerino ha inoltre dichiarato: “Siamo convinti di rafforzare questa nostra relazione oltre a quella energetica”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 26-05-2022


Berlusconi: chiesti 10,5 milioni per “discredito planetario”

Rdc, Renzi: “Di Maio e Conte sul balcone da tso”