Max Allegri torna a parlare in conferenza stampa prima della sesta giornata di Serie A tra Juventus e Sampdoria

Max Allegri torna a parlare prima dell’anticipo di pranzo di domani tra Juventus e Sampdoria, match valido per la sesta giornata di Serie A. L’ex tecnico del Milan parte dalla sfida infrasettimanale tra Spezia e Juventus per risalire la china in classifica dietro le super favorite del torneo. Inoltre Allegri ha dato qualche indicazione sui giocatori che saranno nell’XI titolare:

PARTITA – «Dobbiamo giocare bene e vincere per fare un saltino in classifica, vincendo la prima in casa dopo quella in trasferta. Poi penseremo al Chelsea. Ci saranno dei cambiamenti per recuperare energie. Tanti giocatori hanno fatto 6/7 partite di seguito».

RABIOT E DYBALA – «Rabiot non è neanche convocato, ha preso un colpo alla caviglia e non si è allenato. Dybala non lo so».

CHIESA – «Sta bene, come tutti. Può giocare a destra o sinistra. Magari cambia a partita in corso»

FAVORITE – «Sono stato sincero, potevano darci la mazzata finale e invece ci hanno tenuti vivi. Sulle favorite ha ragione Sacchi: Inter, Milan e Napoli sono favorite. Noi siamo in ritardo, abbiamo perso 8 punti. Dobbiamo fare il nostro percorso: abbiamo vinto lo scontro salvezza e domani fare un passettino con una pari classifica. Le favorite sono loro, l’Inter ha vinto lo scudetto, il Milan è primo nelle classifiche post Covid e il Napoli ha vinto le prime 5. Noi dobbiamo cercare innanzitutto di arrivare nella zona Europa League e poi provare ad andare avanti. Mercoledì abbiamo fatto una buona partita in uno stadio che è sempre stato difficile. Buon primo tempo, poi abbiamo preso un gol a campo aperto e siamo stati fortunati. Poi l’abbiamo portata a casa soffrendo e siamo stati bravi».

BERNARDESCHI – «Quelli che sono entrati con lo Spezia hanno fatto benino, deve essere la normalità, ne sono contento. Premi non ne dò, Bernardeschi sta facendo bene e valuterò se dovrà giocare dall’inizio».

PERIN – «Perin gioca domani per far recuperare Szczesny, già volevo metterlo con lo Spezia. È pronto e sta bene. Sono sereno».

MODULO – «Possiamo chiamarlo 4-2-3-1, ma cambia a seconda delle caratteristiche. Con lo Spezia ne avevamo tre dietro col pallone con Danilo e difendevamo come sempre a quattro. Dobbiamo migliorare la gestione, io cerco di mettere i giocatori nelle loro posizione ideali»

ultimo aggiornamento: 25-09-2021


Serie A, pareggio pirotecnico tra Genoa e Verona. Spettacolo a San Siro: Inter-Atalanta 2-2, vince il Milan

Chi è Daniel Maldini