Mercato Milan: ancora in bilico il futuro di Andre Silva

C’è incertezza in merito al futuro prossimo del calciatore lusitano. Il Siviglia tentenna sul pagamento del riscatto: il finale di Liga sarà decisivo

Milan o Siviglia? C’è incertezza totale riguardo al campionato in cui Andre Silva giocherà la prossima stagione. La punta lusitana, il cui cartellino resta di proprietà del club rossonero, è infatti in prestito in Spagna. Dopo un inizio di stagione folgorante sembrava scontata la volontà dei biancorossi andalusi di riscattare il giocatore. Adesso, però, tutto è cambiato. L’ex attaccante del Porto si è bloccato e non segna più da vari mesi: anche il Siviglia, quindi, ragiona sull’opportunità o meno di pagare i 38 milioni necessari per averlo.

Corriere dello Sport: Andre Silva sì o no? Stand-by Siviglia

Anche il Corriere dello Sport, nell’edizione odierna, ha evidenziato come gli spagnoli, al momento sesti in campionato e impegnati in un match decisivo contro il Valencia, non abbiano deciso il da farsi. Il giocatore, infatti, è a secco da ben 13 partite: un’eternità per un attaccante promettente come lui.

Il Siviglia non ha ancora deciso in merito al futuro del calciatore. Il costo per riscattare il giocatore dal Milan, infatti, è tutt’altro che basso. Bisogna poi considerare come il club di Monchi abbia già messo le mani su Moanes Dabour, attaccante israeliano classe 1992 che sta facendo le fortune del Red Bull Salisburgo.

Milan: le ultime due deludenti stagioni di Andre Silva, in cifre

Andre Silva, dopo una grande annata al Porto, si trasferisce al Milan nel mese di giugno 2017 per la cifra di 38 milioni di euro. Era il Milan di Yonghong Li, Fassone e Mirabelli. Quello che tutti considerano l’erede di Cristiano Ronaldo firma un contratto quinquennale.

La stagione, però, è deludente. Arrivano 10 reti in 40 incontri (di cui 8 in Europa League). Il trasferimento al Siviglia, in prestito oneroso (5 milioni) è il passo successivo: l’inizio è travolgente, con 9 gol messi a segno quasi in successione nei primi due mesi. Poi arriva il declino, lento e inesorabile. Per la sua permanenza in Andalusia saranno probabilmente decisive le ultime 10 giornate di Liga.

ultimo aggiornamento: 29-03-2019

X