Mercato Milan, Zlatan Ibrahimovic nei pensieri di Massimiliano Mirabelli: poi Mino Raiola e le pretese economiche dello svedese hanno fatto il resto.

Mercato Milan, Zlatan Ibrahimovic era il grande sogno di Massimiliano Mirabelli (?). Questione di gusti, anzi modi di intendere il gioco del calcio.

Di certo con lo svedese in campo a Londra contro l’Arsenal e a Torino contro la Juventus qualcosa sarebbe cambiato, tanto per citare due partite a caso.

Sì, perché Ibrahimovic è anche questo: un giocatore fermo per mesi a causa di un infortunio che vola in America e insegna calcio con gol da cineteca.

Sono anche questi i giocatori con esperienza europea di cui parla Leonardo Bonucci, giocatori sui quali non puoi contare per tutta la stagione ma sui quali puoi fare affidamento nel momento del bisogno. Gente che il livello dell’allenamento lo alza eccome, gente nata per vincere, gente in grado di cambiare volto e mentalità a uno spogliatoio intero.

E l’impressione è che Massimiliano Mirabelli ci abbia pensato davvero a un clamoroso ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan.

Questo il video della gara d’esordio di Zlatan Ibrahimovic con la maglia dei Los Angeles Galaxy:

https://www.youtube.com/watch?v=JwFgnGqMTws

Mercato Milan: Zlatan Ibrahimovic il grande sogno di Massimiliano Mirabelli?

Va detto che dover fare i conti con Mino Raiola deve aver scoraggiato Massimiliano Mirabelli, già costretto a confrontarsi con il procuratore per discutere del caso Donnarumma e del rinnovo di Giacomo Bonaventura.

Difficilmente il Milan avrebbe potuto assecondare le richieste economiche di Raiola per il fuoriclasse svedese, un colpo a costo zero ma reso decisamente caro dallo stipendio richiesto dal giocatore e dalle commissioni da pagare al suo agente.

Facile dunque capire perché Zlatan Ibrahimovic sia rimasto un sogno nel cassetto.

 

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio mercato milan Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 03-04-2018


Milan, Depay e Vidal i grandi colpi del mercato rossonero

Milan, la Champions ti porta un ex Juve