Migrante ferito ad Aprilia: denunciati tre ragazzi

Nuovo episodio di razzismo ad Aprilia. Tre ragazzi hanno ferito un migrante con una pistola ad aria compressa.

APRILIA (LATINA) – Un nuovo episodio di razzismo ad Aprilia, in provincia di Latina. Tre ragazzi hanno sparato dalla finestra con una pistola ad aria compressa, colpendo ad un piede un migrante che è stato giudicato guaribile in 5 giorni.

L’episodio è accaduto nella giornata di Ferragosto intorno alle 12. Il ferito di origine del Camerun è entrato in un negozio, chiedendo aiuto al commerciante che ha immediatamente chiamato i carabinieri. Gli inquirenti hanno effettuato un controllo nelle abitazioni della zona, trovando l’arma all’interno di una di queste. I tre ragazzi, un ventenne e due minorenni, sono stati denunciati per lesioni aggravate.

Carabinieri
fonte foto fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24

Tre ragazzi sparano contro un migrante ad Aprilia: “Nessun movente razziale”

Subito dopo la perquisizione, i tre ragazzi sono stati interrogati agli inquirenti. I presunti aggressori hanno escluso il movente razziale, dicendo che stavano giocando con il fucile e improvvisamente è partito il colpo che ha ferito il migrante. Nei prossimi giorni i risultati dei rilievi effettuati sul posto confermeranno oppure smentiranno la testimonianza dei ragazzi.

Non si tratta del primo episodio razziale nella cittadina laziale. A fine luglio un marocchino è stato inseguito e ucciso da alcuni residenti che lo avevano scambiato per un ladro.

Vicende simili sono successe anche in altre città d’Italia. In tutte le aggressioni non è mai stato confermato il movente razzismo ma le persone prese di mira quasi sempre sono di colore. Un crescente odio verso i migranti che sta portando a mettere la vita di queste persone a rischio. Nei prossimi mesi si dovrà abbassare i toni per cercare di porre fine a questa aggressioni che diventano sempre più frequenti.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 16-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X