Tunisia non autorizza rimpatrio, 45 migranti restano in Italia

Migranti, niente autorizzazione dal governo tunisino per il rimpatrio di quarantacinque tunisini che restano così in Italia dopo ore di attesa in aeroporto.

Non proseguono nel migliore dei modi le trattative tra il governo italiano e quello libico nonostante lo sforzo del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Nelle ultime ore infatti quarantacinque migranti tunisini che avrebbero dovuto fare ritorno al proprio paese sono rimasti in Italia perché dalla Tunisia non è arrivata l’autorizzazione per il rimpatrio.

Quarantacinque migranti restano in Italia: la Tunisia non autorizza il rimpatrio

I quarantacinque migranti, che si trovavano al centro di accoglienza di Trapani, erano stati trasferiti all’aeroporto ed erano pronti per essere imbarcati sull’aereo che avrebbe dovuto riportarli in Tunisia. L’attesa è durata ore, poi i quarantacinque sono stati riaccompagnati nel centro trapanese di Milo.

Migranti
fonte foto https://twitter.com/Adnkronos

L’Italia dovrà far luce sulla posizione del governo tunisino

Come riferito dalle autorità, i migranti tunisini non hanno potuto fare ritorno in patria perché dal governo locale non è stata data l’autorizzazione al rimpatrio. Starà adesso a Matteo Salvini provare a capire il motivo di questo improvviso passo indietro da parte del governo tunisino.

In cinque lasceranno l’Italia entro sette giorni, gli altri restano fino a nuovo ordine

A cinque dei tunisini le autorità italiane hanno notificato i fogli di via costringendoli a lasciare l’Italia entro e non oltre sette giorni. Altri quaranta sono regolarmente tornati a Trapani dove resteranno fino a quando  non arriverà il via libera da parte della Tunisia, non obbligata ad accettare il rimpatrio dei quaranta tunisini in questione.

ultimo aggiornamento: 25-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X