E’ morto Mike Agassi. L’ex boxeur e padre di Andre si è spento all’età di 90 anni. Non si conoscono le cause del decesso.

ROMA – Nuovo lutto nel mondo dello sport. E’ morto all’età di 90 anni Mike Agassi, ex boxeur e padre di Andre. Come riportato dal Corriere della Sera, l’uomo è deceduto nella giornata di venerdì 24 settembre 2021, ma la famiglia ha preferito dare la notizia solamente qualche giorno dopo.

Non si conoscono le cause del decesso e nei prossimi giorni non si esclude un evento per ricordare sicuramente una figura che è sempre stata sulle pagine dei giornali.

Il rapporto con il figlio Andre

Conclusa la sua esperienza da professionista con le partecipazioni alle Olimpiadi del 1948 e del 1952, Mike si è dedicato al figlio Andre per farlo diventare un campione. Un comportamento che, come scritto dallo stesso tennista nella sua autobiografia, non sempre è piaciuto.

Allenamenti molto duri per farlo diventare imbattibile, ma forse proprio questo è stato fondamentale per arrivare ad ottenere quei risultati che hanno fatto del tennista uno dei più forti di sempre. Una figura, come detto, molto ingombrante ma allo stesso decisivo per la crescita del tennista. Un punto di riferimento per Andre, che in passato è stato uno degli atleti che hanno scritto le pagine di questo sport.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Ambulanza
Ambulanza

La morte

Finita la carriera del figlio, Mike Agassi ha abbandonato lo sport e ha preferito mantenere il massimo di riserbo anche sulle condizioni di salute. Una volontà rispettata anche dalla famiglia tanto da non comunicare immediatamente la scomparsa dell’ex atleta.

Una morte che ha lasciato un vuoto incolmabile nel mondo del tennis. Un nome, come detto, ingombrante per la carriera di Andre, ma forse fondamentale per completare la crescita e diventare uno dei più forti sportivi di sempre.

ultimo aggiornamento: 29-09-2021


Olimpiadi Pechino 2022, biglietti solo per i residenti in Cina e gli atleti devono essere vaccinati

Moto Gp, terza pole di fila per Bagnaia! Marquez terzo, male Rossi