Milan alla scoperta di giovani talenti, spunta Riccardo Tonin: l’Europa lo guarda, Montella se lo tiene stretto

Riccardo Tonin, classe 2001, il nuovo enfant prodige di via Aldo Rossi. Stregate le big d’Europa!

chiudi

Caricamento Player...

Ruolo attaccante, età 16 anni, gol stagionali 23. Sono questi i numeri di Riccardo Tonin, punta di spessore degli Allievi del Milan. Agile, dinamico, aggressivo e letale davanti al portiere lo descrivono così i suoi compagni di squadra dopo la vittoria del Milan nella fase finale del campionato Allievi Nazionali, vinta contro la Roma per 5-2. Riccardo, è inoltre molto generoso anche senza palla, alcuni lo paragonano a Rooney di inizio carriera, pressing, tecnica e tanta voglia di crearsi l’occasione. Oltre al calcio, nella vita dell’attaccante c’è da sempre grande fascino verso il mondo degli alpini, che omaggia con la mano sulla fronte dopo le sue reti.

Riccardo Tonin, biografia e carriera

Nato ad Arzignano e cresciuto a Brogliano, entrambi comuni nella provincia di Vicenza, il giovane ha sempre tifato per i colori rossoneri, seppur in famiglia il padre fosse di fede bianconera. Tutto ok nessun problema, per fortuna la passione per i Lanerossi ha messo d’accordo entrambe le parti. Dopo numerosi provini, è finalmente approdato nelle giovanili del Milan, dove il talento e la determinazione del ragazzo, hanno subito portato in breve tempo a un grande rendimento e numerosi soddisfazioni personali tra le quali la chiamata in Nazionale Under16 del ctPanico. Di lui l’allenatore ha grande stima, d’altronde chi lo conosce bene racconta, di una persona matura e pronta per il grande palcoscenico: le big d’Europa hanno già messo le mani avanti, ma il Milan, per il momento, se lo tiene stretto. Riccardo intanto lavora duro per migliorare sempre più: massima concentrazione nello studio scolastico e sul campo oltre che a tavola come i veri professionisti. Riso, pollo e verdure sognando, chissà, un futuro da protagonista…