Milan, Boban e Maldini sotto esame: la società li valuterà a fine stagione

Milan, Boban e Maldini sotto esame: la società li valuterà a fine stagione

Il cambio in panchina da Giampaolo a Pioli non ha esaurito le valutazioni in casa Milan: anche Boban e Maldini, infatti, saranno giudicati a fine anno

Giornata di grandi cambiamenti in casa Milan. L’esonero di Marco Giampaolo è ormai ufficiale, mentre la società discute con Stefano Pioli gli ultimi dettagli del contratto. L’ex tecnico tra le altre di Inter, Lazio e Fiorentina dovrebbe legarsi ai rossoneri con un contratto di due anni. Le valutazioni della società, con in testa l’amministratore delegato Ivan Gazidis, non riguarderanno soltanto chi occupa la panchina del Milan. Anche il vertice dell’area tecnica, col d.t. Maldini e il CFO Boban, sono sotto la lente d’ingrandimento.

CorSport: Milan, Boban e Maldini sotto la lente d’ingrandimento

Dopo quattro sconfitte nelle prime sette gare di campionato è normale che, oltre a mettere in discussione l’allenatore, siano visionati anche coloro che lo hanno scelto, costruendo fra l’altro la squadra da affidargli. Va detto come, in realtà, la virata su Giampaolo sia stata effettuata quest’estate dal solo Maldini. Boban è arrivato tardi e ha soltanto potuto avallare una decisione già presa.

Il croato, nel corso di questo inizio di campionato, è stato fra l’altro il primo a dimostrare insofferenza contro l’allenatore abruzzese e le sue rigidità a livello tattico e di scelta di uomini. Anche la conduzione del mercato ha lasciato qualche perplessità: pesa il fatto che i due uomini a capo del settore tecnico si siano (più o meno velatamente) lamentati di avere visioni divergenti rispetto alla proprietà.

Elliott Boban Gordon Singer
fonte foto https://www.facebook.com/acmilanks/

Le divergenze tra settore tecnico e proprietà

Mentre Boban e Maldini desideravano effettuare innesti d’esperienza, per provare a vincere più velocemente, Elliott ha impostato una linea improntata esclusivamente ai giovani. Programma sposato in toto dall’amministratore delegato Ivan Gazidis che, dalla sua posizione defilata, sembra al momento l’unico realmente sicuro di rimanere in sella anche in vista del prossimo anno. Sull’ex capitano e il dirigente croato, invece, il giudizio rimane sospeso fino a fine stagione.

ultimo aggiornamento: 08-10-2019

X