Milan, senti Conte: “Io via dal Chelsea a fine stagione? Tutto può succedere…”

L’addio di Conte al Chelsea è giorno dopo giorno più reale. E il Milan resta a guardare con interesse mal celato.

Conte al Milan a fine stagione? Forse qualcosa più di un sogno, per i tifosi rossoneri. Se infatti il lavoro di Gattuso sta finalmente dando i suoi frutti, è pur vero che il nuovo progetto rossonero dovrà essere affidato a mani solide ed esperte, che abbiano già in mente la strada verso la vittoria. Altrettanto certo è che Antonio Conte al termine di questa convulsa stagione lascerà la guida del Chelsea, come fatto intendere in più di un’intervista. Anche oggi, nella conferenza stampa di vigilia della sfida col Leicester, Conte ha dichiarato, come riportato dalla Gazzetta dello Sport: “Allegri o Luis Enrique al mio posto? Tutto è possibile. Ho ancora un altro anno di contratto, ma il calcio è questo, facciamo un lavoro molto difficile e tutto cambia nel giro di poco tempo. Per chi allena il Chelsea è normale vivere questo tipo di situazione, anche se nella passata stagione hai vinto la Premier e raggiunto la finale di FA Cup“.

Milan, Conte lancia dei messaggi?

Il rapporto di Conte con il Chelsea è ormai agli sgoccioli. D’altronde, il tecnico lamenta una sorta di sfiducia dell’ambiente fin dai primi giorni di questa seconda stagione: “Già dopo la prima partita di campionato persa col Burnley si parlò di altri allenatori, altrove non succede ma io continuo a credere nel mio lavoro, in quello che abbiamo fatto finora. Sono sereno, poi nel calcio tutto può succedere, l’importante è essere pronti e non mollare mai. Prima in Inghilterra un allenatore restava al suo posto molti anni, ora si esonera con più facilità. Abbiamo cominciato un lavoro importante insieme ai calciatori e alla società, c’è bisogno di tempo per migliorare“. Tempo che probabilmente non avrà in Blues. Ma in rossonero…

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 12-01-2018

Mauro Abbate

X