Milan-Inter, la Coppa Italia come la Champions League. Probabili formazioni e caso Locatelli: il giocatore fuori dai piani, almeno per il momento…

È tempo di Milan-Inter in Coppa Italia, una sfida delicatissima per i colori rossoneri che cercano risposte sul campo ma anche in chiave mercato. Chiamato a vincere e a convincere sul piano della prestazione, il Diavolo si appresta ad affrontare una gara che secondo alcuni potrebbe risultare decisiva anche per il tecnico Gennaro Gattuso.

Accusato di diversi errori tattici (vedesi l’impiego di Fabio Borini come terzino o la prima sostituzione al 70′ in occasione di Milan-Atalanta), l’allenatore è finito nel mirino delle critiche e non può permettersi di sbagliare l’undici titolare in una delle sfide che determinerà la stagione del Milan.

Milan-Inter, Coppa Italia: probabili formazioni

Poco turnover per Gennaro Gattuso che in vista della sfida di TIM Cup contro l’Inter dovrebbe affidarsi ai titolarissimi. In ballottaggio restano Riccardo Montolivo, che dovrebbe lasciare il posto in cabina di regia a Lucas Biglia, e Nikola Kalinic che dovrebbe far invece spazio a Cutrone.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Abate, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessiè, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Borini.

INTER (4-2-3-1): Padelli; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi.

Milan-Inter, bocciatura per Manuel Locatelli

Anche in TIM Cup Manuel Locatelli sembra destinato dunque a sedere in panchina. Il tecnico non lo vede come un giocatore affidabile per guidare una nave che si trova al centro della bufera. La situazione di Manuel ha scatenato di fatto le voci di mercato e aperto alla possibilità che il giocatore possa partire in prestito a gennaio per fare esperienza e giocare con continuità. La Spal e il Genoa aspettano risposte.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio copertina manuel locatelli milan milan-inter

ultimo aggiornamento: 26-12-2017


Tim Cup, le probabili formazioni di Lazio-Fiorentina: Felipe Anderson dal 1′

Milan, tutti negativi i numeri rispetto alla stagione 2016/17