Milan-Mino Raiola, il duello continua: quattro i nomi della discordia

Il Milan e Mino Raiola, due destini che si uniscono: non solo Donnarumma, Massimiliano Mirabelli dovrà ancora avere a che fare con il procuratore.

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la calda estate del 2017 e il desiderio del Milan di lasciarsi alle spalle Mino Raiola, i buoni propositi rossoneri sembrano destinati a naufragare di fronte alle dure regole del calciomercato. Ancor prima dell’apertura della sessione invernale, il noto procuratore ha provveduto a riportare in prima pagina il nome di Gianluigi Donnarumma, a volte strizzando l’occhio alle ricche pretendenti, altre volte attaccando frontalmente Massimiliano Mirabelli. Il giovane estremo difensore azzurro non è però l’unico punto di contatto (forzato) tra il Milan e Raiola.

Si parte dai giovani: Matteo Gabbia è della scuderia Raiola

Il rapporto tra Mino Raiola e il Milan parte dal Settore Giovanile: nella scuderia del noto procuratore c’è infatti il giovane rossonero Matteo Gabbia, un nome in rampa di lancio ma che ha bisogno di crescere con serenità, lontano dalle diatribe economiche. Su questo punto sono allineati i dirigenti milanisti e l’agente che al momento hanno deciso di non aprire nessun discorso sul giovane calciatore.

Capitolo Ignazio Abate: giocatore in scadenza nel 2019 e Milan già attivo sul mercato

Discorso diverso invece quello legato a Ignazio Abate: il giocatore, non più giovanissimo, è in scadenza di contratto nel 2019. Al momento non è stata aperta nessuna trattativa per il rinnovo del giocatore (nulla di strano viste le tempistiche della dirigenza rossonera) ma sono iniziate a rincorrersi diverse voci di mercato che riguardano proprio la corsia destra della difesa. Il Milan farà crescere il giovane Davide Calabria, possibile titolare già dalla prossima stagione e intanto ha rivolto lo sguardo in casa Sampdoria, dove piace Bereszinski. Secondo le ultime informazioni sul mercato del Milan, la trattativa sarebbe già avviata.

Ignazio Abate

Giacomo Bonaventura divide la tifoseria

Capitolo Giacomo Bonaventura: il centrocampista marchigiano ha vissuto una prima parte di stagione ai margini della squadra (complice anche un infortunio) salvo poi tornare decisivo con Gennaro Gattuso, subentrato a Vincenzo Montella. A tratti decisivo a tratti indisponente, il giocatore è riuscito a dividere la tifoseria tra chi lo venderebbe subito e chi lo reputa fondamentale. Mino Raiola sorride forte delle richieste di mercato ricevute da squadre del calibro della Juventus.