Milan, parla Bellinazzo: “Giusta la battaglia all’Uefa”

Il giornalista de Il Sole 24 Ore ha parlato su RMC Sport dell’incontro di domani tra il Milan e l’Uefa sul Fair Play Finanziario

Una battaglia giusta, per arrivare a norme meno severe e più chiare che permettano alle nuove proprietà di investire con più libertà. Questo il punto di vista di Marco Bellinazzo, espresso ai microfoni di RMC Sport nel corso della trasmissione Milan News. Una posizione che riprende, per molti versi, quella espressa giorni fa dal vice presidente della Fifa Zvonimir Boban. Avere società sane è giusto, ma le regole dovrebbero anche incentivare le società a crescere, raggiungendo così risultati migliori e ricavi più alti.

Bellinazzo a RMC Sport: “Uefa, marcatura a uomo sul Milan”

Penso che il Milan stia portando avanti una battaglia giusta. La nuova proprietà – ha specificato Bellinazzo – ha bisogno di investire per riportare in alto il club rossonero e quindi ha bisogno di maggiori certezze sul triennio 2014-2017 e sul 2018″.

La situazione del Milan – continua il giornalista – è anomala, non ci sono precedenti simili e quindi la società sta portando avanti questa battaglia per avere chiarezza. Mi aspetto che dall’incontro di domani i rossoneri possano capire cosa fare nelle prossime due finestre di mercato. La cosa più grave è la marcatura a uomo dell’Uefa nel caso dell’acquisto di Paquetà. La proprietà c’è, la dirigenza c’è, ora bisogna capire quali sono i paletti“.

Leonardo Paolo Scaroni Mercato Milan Kevin Gameiro
fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/

Bellinazzo sul Milan: “Senza investimenti non c’è competitività”

Il concetto è semplice: “Senza gli investimenti una società non può aumentare i ricavi e tornare a fare fatturati importanti per essere competitivo con le migliori società europee“.

Le norme che ci sono – conclude l’intervistato – impongono pene severe. In merito al Milan, se dovesse andare sempre in Champions nei prossimi anni, non sarebbe impossibile raggiungere l’obiettivo. Nei progetti del Milan, però, c’è quello di lottare con le prime squadre europee“.

ultimo aggiornamento: 10-01-2019

X