Il Milan ha scelto Belotti, ma Cairo rifiuta la prima offerta

Milan: prima offerta per Belotti, ma Cairo la ritiene troppo bassa

Il Gallo è divenuto il primo obiettivo per l’attacco del Milan. Fassone e Mirabelli proveranno a lavorare sulla clausola con l’inserimento di contropartite.

Novità per quanto riguarda il mercato in attacco del Milan. Dopo il raffreddamento della pista Morata e il quasi certo approdo di Aubameyang al Psg, il primo obiettivo di Fassone e Mirabelli è Andrea Belotti, il Gallo del Torino autore di una stagione straordinaria sotto la guida di Mihajlovic. Secondo quanto riferito da Sky Sport 24, ci sarebbe stato un primo contatto ufficiale tra le due società, contatto per ora non risolutivo. Belotti ha una clausola di 100 milioni valida per l’estero. Per strapparlo al Torino, quindi, Fassone dovrà lavorare su un’offerta veramente irrinunciabile.

Belotti nel mirino: il piano di Fassone

La trattativa è solo all’inizio, ma le idee sono già chiare. La prima offerta del Milan è stata ritenuta troppo bassa da Cairo. Si era parlato di una proposta da 70 milioni negli scorsi giorni: una cifra lontana dal valore della clausola di Belotti. Per poter abbassare i costi, però, Fassone starebbe studiando l’inserimento di alcune contropartite tecniche che possano essere di gradimento per il Torino e il suo allenatore Mihajlovic, in rossonero nella scorsa stagione. Per ora non si hanno però dettagli su chi potrebbero essere le pedine di scambio cui starebbe pensando Fassone. Quel che è certo è che il Milan ha scelto il proprio grande obiettivo per l’attacco. Belotti, centravanti moderno, giovane e caparbio, potrebbe essere l’ideale per garantire a Montella quelle reti mancate in questa stagione.

ultimo aggiornamento: 07-06-2017

X