Milan-Sassuolo, chance per Biglia dal primo minuto?

Le non perfette condizioni di Kessie potrebbero indurre Gattuso a gettare nella mischia dal primo minuto l’ex capitano della Lazio

L’uscita al campo di Franck Kessie al 27′ del secondo tempo di Lazio-Milan aveva fatto correre un brivido a tutti i tifosi rossoneri. Si temeva un problema muscolare, con relativo lungo stop. Gli accertamenti però hanno dato esito negativo, sottolineando come il pilastro ivoriano del centrocampo rossonero abbia subito solamente una forte botta, in seguito all’intervento di Parolo. Le non perfette condizioni fisiche di Kessie, però, potrebbero comunque indurre Gattuso a cambiare l’assetto del reparto mediano.

Milan, contro il Sassuolo ci sarà il rilancio di Biglia?

Kessie resta dunque in dubbio: il mister rossonero potrebbe anche decidere, in via precauzionale, di dare un turno di riposo a uno dei giocatori più presenti nel corso della stagione. Il numero 79 del Milan, infatti, è stato schierato ben 23 volte su 25 in Serie A.

Potrebbe dunque arrivare il sospirato rientro nell’undici titolare di uno dei veterani della squadra. Lucas Biglia, classe 1986, ex capitano di Anderlecht e Lazio, è pronto a riprendersi la scena, dopo quattro mesi esatti dalla lesione muscolare al polpaccio che gli ha fatto saltare ben 20 partite tra Serie A, Coppa Italia ed Europa League.

Lucas Biglia mercato Milan modulo 4-3-3
Lucas Biglia

Milan-Sassuolo, quante ipotesi a livello tattico

Il rientro di Biglia dal primo minuto è solamente una delle soluzioni che ha a disposizione Gennaro Gattuso. Sono varie le strade che il tecnico calabrese può percorrere. Biglia, come detto, potrebbe infatti tornare al suo vecchio ruolo di regista, facendo così agire Bakayoko come mezzala.

La seconda opzione, invece, sarebbe l‘inserimento in avanti di Borini o Castillejo, con l’arretramento nei tre di centrocampo di Calhanoglu, come successo in occasione del match contro la Lazio. C’è anche l’ipotesi che Gattuso provi comunque a mettere in campo un Kessie in non perfette condizioni fisiche. Quando ha potuto, infatti, l’allenatore del Milan ha sempre cercato di non fare a meno del suo “tuttocampista”.

ultimo aggiornamento: 28-02-2019

X