Milan senti Antonio Conte: “Voglio tornare in Italia”

Antonio Conte promette: “Torno in Italia”. E il Milan spera e sogna in grande…

chiudi

Caricamento Player...

In un momento come quello attraversato dai rossoneri, dove Vincenzo Montella si sente sempre più nell’occhio del ciclone e meno sicuro alla guida della squadra, non possono passare inosservate in casa Milan le parole di Antonio Conte. Intervenuto ai microfoni di Radio Anch’Io Sport, l’ex ct azzurro ha parlato in primo luogo del proprio futuro: “Ho nostalgia dell’Italia e questo è fuori di dubbio, non c’è nella mia testa di rimanere all’estero per tanto tempo. Una volta che fai delle esperienze belle e formative sicuramente tornerò in Italia, non so quando ma l’obiettivo è quello. Prevedere il futuro è sempre difficile, il nostro è il lavoro più precario in assoluto. Oggi sei in un posto e domani in un altro. Da parte mia c’è la volontà di finire un progetto e poi cercare la giusta prosecuzione. L’esperienza inglese mi ha arricchito molto. Mi piacerebbe in futuro anche fare il dirigente“.

Antonio Conte e Arsene Wenger
Antonio Conte e Arsene Wenger

Insomma, Conte ha messo le carte in tavola non senza intelligenza. È uscito allo scoperto ma non troppo, ha lanciato l’amo e resta in attesa.

Antonio Conte, promosso il VAR

Antonio Conte ha poi parlato anche dell’introduzione e dell’utilizzo del VAR, promuovendolo a pieni voti o quasi: “Sono favorevole all’utilizzo del Var, lo reputo positivo. Vedo che man mano che si va avanti si riesce ad ottenere il massimo. In Italia si sta utilizzando nella giusta maniera, siamo apripista di un cambiamento importante“.