Milan: si avvicina il ritorno di Mattia Caldara!

Arrivano buone notizie dall’infermeria in merito al recupero dell’ex difensore dell’Atalanta. Il rientro è ormai prossimo

Mattia Caldara, a breve, sarà di nuovo abile e arruolabile. E’ questa la notizia ribadita stamattina nell’edizione odierna di Tuttosport che, in un certo senso, risponde indirettamente alla grande curiosità dei tifosi. L’ex calciatore di Atalanta e Juve, infatti, era arrivato la scorsa estate come il colpo di prospettiva che avrebbe sistemato la difesa. La coppia con Romagnoli, poi, faceva sognare tutti coloro che vedono in loro la futura cerniera centrale della nazionale italiana. Finora tutto è andato storto ma, a breve, il calvario del calciatore sarà concluso.

Milan: Mattia Caldara, ecco i tempi del recupero

Il quotidiano sportivo torinese evidenzia come il difensore rossonero tornerà a disposizione di mister Rino Gattuso nella seconda metà di febbraio, andando a rimpolpare un reparto che in questi mesi ha sofferto di un’emergenza cronica.

Caldara è reduce da un infortunio pesantissimo: alla fine dello scorso mese di ottobre, nel corso di un allenamento , il centrale aveva subito una lesione parziale del tendine achilleo e della giunzione mio-tendinea del muscolo gemello mediale del polpaccio destro. Le previsioni più catastrofiste prevedevano la fine della sua stagione. Il giocatore, fortunatamente, ha bruciato le tappe.

Mattia Caldara
fonte foto https://twitter.com/acmilan

Milan, la stagione di Caldara finora è stata un calvario

L’augurio di tutti i tifosi (e in primis di mister Gattuso) è che i problemi per Caldara, grande promessa del calcio italiano, siano finiti qui. Finora il giocatore non ha mai esordito in campionato: questo a causa delle scelte del mister e di ulteriori problemi fisici.

A inizio stagione, infatti, il difensore aveva avuto problemi alla parte bassa della schiena. Quindi, si era palesata una fastidiosa pubalgia. Tanti grattacapi per lui che, già nel corso dell’ultima stagione all’Atalanta, era stato bloccato per quattro mesi da ulteriori problematiche alla schiena. Adesso, però, il peggio sembra veramente passato.

ultimo aggiornamento: 01-02-2019

X