Mirabelli: “Conte al Milan? No, c’è Montella…”

Il direttore sportivo rossonero: “Abbiamo provato a comprare Belotti, magari un giorno vestirà la nostra maglia“.

chiudi

Caricamento Player...

Lunga intervista rilasciata dal direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, a Radio Rossonera. Queste alcune delle sue dichiarazioni: “È stato un mercato difficile. Bonucci? Non può essere un acquisto pianificato, non avevamo idea che ci potesse essere la possibilità di prenderlo dalla Juventus. Poi il procuratore ha iniziato a fare delle battute, io ho parlato direttamente con Leo e ho visto che aveva una grandissima voglia e c’erano i presupposti per portarlo a Milano. Ne parlai con Fassone e gli dissi ‘o la chiudiamo in 24-48 ore o lasciamo perdere’. Abbiamo chiuso. Raiola? Mino è uno degli agenti più importanti al mondo, gestisce grandi giocatori, non è uno sprovveduto. Quando disse che Donnarumma non avrebbe rinnovato eravamo sconfortati, ma abbiamo lottato e siamo riusciti a portare avanti e trovare l’accordo. Mino è un po’ un attore, gli piace essere protagonista, dire che non crede nel nostro progetto, perché parlare del Milan significa stare sui giornali, anche se lui non ne ha bisogno. Comunque Gigio non ha mai detto di voler andare via“.

Mirabelli e il futuro di Montella

Il ds è quindi passato a un tasto molto delicato in questa fase della stagione, quello relativo al futuro di Montella: “Le voci su Conte? Noi abbiamo un allenatore di cui abbiamo grande stima , non pensiamo ad altri allenatori. Belotti? Si sa, abbiamo cercato di portarlo a Milano, è stata una cosa difficile per diversi motivi, ma è un giocatore forte ed è un tifoso milanista. Chi lo sa, magari un giorno potrà indossare la maglia che sogna fin da bambino. Confronto con l’allenatore nel pianificare gli acquisti? Di solito c’è un dialogo continuo, non c’è mai un allenatore che dica io voglio questo punto e basta. Kalinic ad esempio piaceva molto a Montella. Scetticismo sul progetto? È il gioco delle parti, un Milan in rinascita è un Milan che comunque dà fastidio. Che i media ci critichino ci può stare, ognuno ha la propria idea. Pellegri e Salcedo sono due ottimi prospetti, giovani interessantissimi. Però il Genoa è diventata una bottega un po cara… Cristiano Ronaldo? Jorge Mendes è uno dei migliori agenti che c’è nel mondo, ci siamo visti per tante cose. Noi dobbiamo restare con i piedi per terra, è vero che c’è la voglia da parte di tanti giocatori di venire a giocare a Milano e nel Milan, però pur avendo parlato tanto… dobbiamo rimanere con i piedi per terra“.