I dati del monitoraggio Iss del 17 dicembre: aumenta in maniera allarmante l’incidenza, in calo l’indice Rt. Su i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

L’Italia continua a vivere un progressivo peggioramento della situazione epidemiologica e scivola rapidamente verso la zona Gialla. Una conferma arriva dal monitoraggio Iss del 17 dicembre. L’incidenza ha fatto registrare un balzo in avanti rispetto al monitoraggio della settimana precedente. L’indice Rt è in diminuzione ma aumentano i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Coronavirus in Italia, il monitoraggio Iss del 17 dicembre

Nel dettaglio, l’incidenza passa da 176 a 241 casi per 100.000 abitanti. Numeri che preoccupano le autorità sanitarie, così come preoccupa il considerevole balzo in avanti nel confronto con il monitoraggio della settimana precedente.

L’andamento dell’indice Rt

L’indice Rt ha fatto registrare una nuova diminuzione passando da 1,18 a 1,13. Va anche detto che ormai da tempo l’indice Rt è uno dei valori meno incisivi soprattutto per stabilire i colori delle Regioni.

Coronavirus
Coronavirus

Aumentano i ricoveri in area medica e in terapia intensiva

Un dato decisamente importante invece è quello relativo ai ricoveri. E nel monitoraggio Iss del 17 dicembre emerge un considerevole aumento dei ricoveri sia in area medica che in terapia intensiva.

Per quanto riguarda i ricoveri in terapia intensiva, il tasso di occupazione dei posti letto ha raggiunto il 9,6%, sfiorando la soglia limite del 10. Per quanto riguarda i ricoveri in area medica il tasso di occupazione si attesta invece intorno al 12 per cento.

La situazione regionale

Per quanto riguarda la situazione delle Regioni, una è classificata a rischio alto, 18 sono classificate a rischio moderato e solo 2 sono classificate a rischio basso.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 17-12-2021


Incendio a Osaka, si temono quasi 30 morti

Il marito le diede fuoco, Valentina Pitzalis riceve una mano bionica di nuova generazione