Le indagini sulla morte di Libero De Rienzo: nell’appartamento trovate tracce di eroina. Si attende l’autopsia.

ROMA – Sono in corso le indagini sulla morte di Libero De Rienzo. Il corpo senza vita dell’attore è stato rinvenuto da un amico sul pavimento e in un primo momento si è pensato ad un malore. La Procura, ha aperto un’indagine per morte come conseguenza di altro reato.

Le risposte sono attese dall’autopsia. Controlli medici che dovranno chiarire una eventuale presenza di sostanze stupefacenti nel corpo.

Le tracce di polvere bianca trovate nell’appartamento

Come riportato da La Repubblica, nell’appartamento dell’uomo sono stati trovati farmaci e alcune tracce di polvere bianca. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti anche quella di assunzione di droga anche se sul corpo dell’attore non sono stati rinvenute tracce.

Le analisi di laboratorio hanno confermato che la polvere bianca in casa dell’attore era droga. Eroina per la precisione. Si attende a questo punto il risultato dell’autopsia per chiarire se il decesso possa essere in qualche modo collegato alla droga oppure no.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Libero De Rienzo
Libero De Rienzo

Dalle chiamate senza risposta della moglie all’allarme dell’amico

I carabinieri stanno cercando di ricostruire meglio le ultime 48 ore dell’attore. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, l’allarme è scattato nel pomeriggio di giovedì quando la moglie, dopo diverse chiamate senza risposta, ha deciso di allertare un amico di famiglia che ha la copia delle chiavi dell’appartamento.

Al suo arrivo, De Rienzo era sul pavimento ormai privo di vita. Immediata la chiamata al personale medico, ma i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Arrestato il pusher che gli avrebbe venduto la droga

Un uomo originario del Gambia è stato arrestato con l’accusa di aver venduto la droga a Libero De Rienzo. Si tratterebbe, secondo quanto riportato da La Repubblica, uno spacciatore a domicilio e si muoverebbe in città con la metropolitana.


Disabili maltrattati in una struttura socio assistenziale, tre arresti

Green Pass sbagliato, cosa fare e a chi rivolgersi