Lutto in Lussemburgo, morto il Granduca Jean

Lussemburgo in lutto per la scomparsa del Granduca Jean, padre dell’attuale regnante del Paese. L’annuncio del decesso è stato dato dal figlio.

LUSSEMBURGO – Lutto nella famiglia regnante del Lussemburgo. Nella notte tra il 22 e il 23 aprile si è spento all’età di 98 anni il Granduca Jean. L’ex re della nazione lussemburghese da tempo era alle prese con un’infezione polmonare. Le sue condizioni sono peggiorate negli ultimi giorni fino al decesso avvenuto una decina di giorni dopo il ricovero.

La notizia della scomparsa è stata data da Granduca Enrique in un comunicato: “Con grande tristezza – si legge – vi informo che il caro padre, Sua Altezza Reale, il Granduca Jean, ci ha lasciato in pace e circondato dall’affetto della sua famiglia”.

Granduca Jean
Granduca Jean (fonte foto https://www.facebook.com/giovanni.giordanodaltavilla)

Chi era il Granduca Jean

Il Granduca Jean ha iniziato a ricoprire il ruolo di re del Lussemburgo il 12 novembre 1964 quando la Granduchessa Carlotta ha rinunciato in favore del figlio. L’insediamento al trono coincide con la conseguente nomina di generale dell’esercito del Paese. Ma prima di diventare regnante, il Granduca ha dovuto trascorrere un periodo in esilio durante l’occupazione tedesca del Lussemburgo.

In quel periodo per combattere il fascismo ha deciso di arruolarsi nell’Esercito britannico partecipando allo sbarco in Normandia e la conseguente liberazione del proprio Paese. Ritornato in Lussemburgo è rimasto al servizio della madre per una ventina di anni prima di salire sul trono nel lontano 1964.

Un regno durato 36 anni visto che il 7 ottobre 2000 il Granduca Jean ha deciso di abdicare in favore del figlio Enrique ancora sul trono. Lasciato la guida del Paese all’erede, Sua Altezza si è ritirata nel castello di Fischbach dove ha vissuto fino al 13 aprile 2019 quando è stato ricoverato per dei problemi polmonari. Le condizioni sono sembrate gravi sin da subito e nella notte tra il 22 e il 23 dello stesso mese il Granduca è deceduto.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/giovanni.giordanodaltavilla

ultimo aggiornamento: 23-04-2019

X