La ministra della Giustizia, Marta Cartabia, si è detta “sconvolta e affranta” in seguito alla morte di un operaio nella sua casa.

Le morti bianche, o morti sul lavoro, sono un tema gravissimo, sul quale molti politici hanno espresso il proprio parere nel corso degli anni. L’annosa questione riguarda molti lavoratori, specialmente operai, più giovani e meno giovani. Il problema sembra sempre essere legato a misure di sicurezza insufficienti rispetto ai lavori che si stanno svolgendo. In questo caso, il problema ha toccato da vicino un membro della classe politica italiana. Parliamo della ministra della Giustizia Marta Cartabia. Un operaio che stava lavorando alla ristrutturazione della sua villetta in Valle d’Aosta è tragicamente morto mentre stava lavorando. Di seguito, le parole della ministra.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dichiarazioni della ministra della Giustizia

“Un operaio è morto in un gravissimo incidente sul lavoro questa mattina nel cantiere della mia casa di montagna a Ollomont, piccolo comune della Val d’Aosta”. A confermare questa gravissima notizia è la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, che si è dichiarata “sconvolta, affranta e profondamente turbata” in seguito alla morte del 38enne operaio, avvenuta durante i lavori di ristrutturazione del garage della sua villetta di Ollomont.

Marta Cartabia
Marta Cartabia

La ministra ha aggiunto quanto segue. Desidero innanzitutto esprimere tutto il mio dolore e la mia personale vicinanza ai familiari della vittima – commenta Cartabia -. Come ho anticipato al sindaco David Vevey, mi sento partecipe del turbamento dell’intera comunità locale, profondamente segnata da questo grave lutto. Confido che le autorità possano al più presto ricostruire l’intera dinamica dei fatti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 03-05-2022


Denise Pipitone è viva? La notizia dalla Romania

Uccisa a coltellate, l’ex per strada seminudo