MotoGP, terza giornata di test a Buriram: è di Pedrosa il giro più veloce

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

MotoGP test Thailandia 2018: lo spagnolo certifica il buon momento di forma delle Honda; Rossi decimo, l’esordiente Nakagami chiude all’ottavo posto.

Domenica 18 febbraio 2018 si è svolta la terza giornata di prove MotoGP in Thailandia sul Chang International Circuit di Buriram. Daniel Pedrosa ha fatto registrare il giro più veloce, confermando il monopolio delle Honda in questa sessione thailandese di test. Lo spagnolo, infatti, subentra al connazionale e compagno di team Marc Marquez (il più veloce della seconda giornata) e a Cal Cruthlow, autore del miglior giro del Day 1.

Malgrado una piccola caduta, Marquez non ha comunque rinunciato ad un’altra intensa sessione di prove, chiusa con il quarto tempo. Già durante la seconda giornata si era intravisto un nuova forcella Honda MotoGP (usata anche a Sepang e Valencia) ma le moto della scuderia giapponese hanno impressionato soprattutto per il passo di gara, a conferma delle ambizioni del team di bissare i successi del 2017.

Terza giornata test MotoGP Thailandia, bene Suzuki e Yamaha

Giornata molto positiva per Johann Zarco: il francese (secondo) ha infranto per ben due volte il muro del 1:30 (girando in 1:29.867) ed è stato il migliore dei piloti Yamaha al termine dei 47 giri percorsi a bordo della moto che, ricordiamo, monta lo chassis del 2016.

Dopo l’exploit della prima giornata, si conferma tra i più veloci Alex Rins, che chiude con il quinto miglior tempo di giornata (lo spagnolo ha corso in tutto 66 giri malgrado un piccolo incidente). Discreta sessione anche da parte dell’altro pilota del Team Suzuki, Andrea Iannone, che però ha chiuso soltanto al 15esimo posto non riuscendo ancora a trovare il feeling giusto con le nuove gomme.

Moto GP test Thailandia 2018
Fonte immagine: https://www.facebook.com/MotoGP/photos/a.10150706659035769.427460.58201805768/10156592687750769/?type=3&theater

Petrucci e Dovizioso nella top ten; Rossi 10°

Conferme anche da parte di Jack Miller della Almaca Pramac a bordo della GP17, sesto a soli sette centesimi da Rins. Il compagno di squadra, Danilo Petrucci, ha invece corso con la GP18 non riuscendo ad entrare nella Top 10 (undicesimo tempo di giornata). Anche Andrea Dovizioso si è ben distinto nell’ultima giornata di prove: al termine di una giornata fatta di 58 giri, il pilota Ducati ha chiuso al settimo posto, provando le nuove carenature e confrontando gli aggiornamenti dello chassis. Solo 16° (in combinata) Jorge Lorenzo, che ha sfruttato l’ultimo giorno di test per un confronto tra la GP18 e la GP17 non senza difficoltà.

Prima volta in top ten per Takaaki Nakagami a bordo della LCR Honda Idemitsu; il pilota giapponese, dopo essersi confermato in precedenza come il migliore degli esordienti MotoGP 2018, ha realizzato il proprio giro più veloce in 1:30.456, buono per chiudere in ottava posizione. Bene anche l’altro esordiente, Franco Morbidelli, che ha fatto registrare significativi passi in avanti realizzando il 13° tempo di giornata. Ecco di seguito la classifica tempi dei test MotoGP in Thailandia (terza giornata):

  1. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team): 1:29.781
  2. Johann Zarco (Monster Yamaha Tech 3): 1:29.867
  3. Cal Cruthlow (LCR Honda CASTROL): 1:30.064
  4. Marc Marquez (Repsol Honda Team): 1:30.143
  5. Alex Rins (Team SUZUKI ECSTAR): 1:30.178
  6. Jack Miller (Alma Pramac Racing): 1:30.190
  7. Andrea Dovizioso (Ducati Team): 1:30.192
  8. Takaaki Nakagami (LCR Honda IDEMITSU): 1:30.456
  9. Tito Rabat (Reale Avintia Racing): 1:30.476
  10. Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP): 1:30.511

Fonte immagine: https://www.facebook.com/MotoGP/photos/a.10150706659035769.427460.58201805768/10156592687770769/?type=3&theater

Fonte immagine: https://www.facebook.com/MotoGP/photos/a.10150706659035769.427460.58201805768/10156592687750769/?type=3&theater

Ricevi le ultime notizie sul mondo dei Motori, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 19-02-2018

Redazione Napoli