JEREZ DE LA FRONTERA (SPAGNA) – MotoGP virtuale, Maverick Vinales vince il GP di Spagna. L’iberico al termine di una gara combattuta si è aggiudicato il successo sul circuito di Jerez de la Frontera davanti ad Alex Marquez e Francesco Bagnaia che è caduto a pochi giri dalla fine quando era in testa.

Sesto posto per Danilo Petrucci mentre la top ten è chiusa dall’altro italiano Lorenzo Savadori.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

MotoGP virtuale, il resoconto della gara di Jerez

Partenza dalla pole position per Fabio Quartararo. Il francese, però, ritarda al via e ne approfitta Bagnaia con Marquez subito alle sue spalle. Per Vinales una gara in rimonta con un finale straordinario che ha permesso allo spagnolo di conquistare la vittoria.

Grande rammarico per Bagnaia. Il pilota italiano era a caccia del bis consecutivo ma una caduta a pochi giri dalla fine non gli ha permesso di andare ad ottenere il successo anche in Spagna. Buon sesto posto per Danilo Petrucci che fino alle ultime tornate era in corsa per la quarta posizione con Marc Marquez. Una caduta, però, non ha permesso al ternano di chiudere subito dopo il podio con Alex Rins che ne ha approfittato andando a conquistare il quinto posto.

Marc Marquez
Marc Marquez

Esordio per Moto2 e Moto3

Per la prima volta sul virtuale anche la Moto3 e la Moto2. La vittoria nella classe ‘più piccola’ è andata a Rodrigo. Lo spagnolo ha avuto la meglio nel duello con Fernandez (terzo) andando a conquistare la vittoria davanti ad Arenas. Peccato per Denis Foggia che per un problema di connessione ha dovuto abbandonare la gara quando era in prima posizione.

Il riscatto italiano è arrivato in Moto2 con Lorenzo Baldassarri che ha inaugurato la stagione virtuale con una vittoria.

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 03-05-2020


Dall’obbligo della mascherina al rispetto delle distanze, la ‘fase 2’ di Trenitalia

Formula 1 virtuale, Alexander Albon vince in Brasile. Terzo Leclerc