Gli appassionati di motori (e non solo) non possono perdersi il Museo Nicolis di Verona: dalle auto d’epoca alle moto, tutto ciò da sapere.

Il suo nome completo è “Museo Nicolis dell’Auto, della Tecnica, della Meccanica” e, anche se ai più è conosciuto semplicemente come il Museo Nicolis di Verona, proprio il vero nome serve a spiegare al meglio che cos’è. Non solo un’enorme collezione di auto, moto e veicoli a motore, ma un’infinita esposizione di opere di ingegno vario, dalle macchine fotografiche alle macchine per scrivere fino agli strumenti musicali e i jukebox. Vediamo ora tutto quello che c’è da sapere su questo Museo.

Museo Nicolis: la storia

Il Museo Nicolis dell’Auto, della Tecnica, della Meccanica è natato nel 2000 ed è stato ideato dall’imprenditore Luciano Nicolis. Si trova a Villafranca di Verona, non distante dall’aeroporto Catullo della città veneta.

Auto d'epoca, fari e pneumatici
Auto d’epoca, fari e pneumatici

All’interno del muso sono presenti 10 diversi collezioni tra cui spiccano quelle delle auto d’epoca, quelle delle moto, delle biciclette, degli strumenti musicali, delle macchine da scrivere, delle macchine fotografiche e persino quelle degli aerei e dei motori.

Nel corso degli anni il Museo Nicolis ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti, tanto da essere diventato uno dei più prestigiosi musei privati non solo d’Italia ma anche d’Europa.

Museo Nicolis: le auto d’epoca

All’interno del Museo Nicolis sono presenti circa 200 auto d’epoca, tra queste spiccano senza dubbio modelli come la Lancia Astura Mille Miglia, un modello unico al mondo che fu costruita appositamente per il campione Luigi Villoresi, ma anche come la Ford Thunderbird del 1955.

E poi anche la DeLorean DMC 12, diventata un’icona grazie alla trilogia cinematografica Ritorno al Futuro, la Ferrari 250 GT, apparsa anche questa al cinema al cinema in film come la Dolce Vita e La Pantera Rosa. Citiamo anche la Isotta Fraschini, auto che è stata posseduta a amata anche da Gabriele D’Annunzio e da Rodolfo Valentino. Ai modelli già citati vanno ne vanno poi aggiunti molti altri di diverse marche.

Faro posteriore DeLorean
Faro posteriore DeLorean

Museo Nicolis: le moto

Sono invece circa 100 i modelli di moto presenti al Museo Nicolis: una collezione che racconta tutta la storia di questo a due ruote. Dalla prime a quelle di ultima generazione.

Tra le moto citiamo la Bianchi Tonale 175cc del 1956 ma anche la Skootamota del 1919, ovvero il precursore dei moderni scooter. E poi ancora numerosi modelli di Ducati, Gilera, Moto Guzzi ma anche Vespe e tanti altri modelli realizzati dai primi anni del ‘900 in poi.

Museo Nicolis: le collezioni

All’interno del Museo Nicolis sono poi presenti anche circa 120 biciclette, 500 tra macchine fotografiche, cineprese e cinematografiche, 120 strumenti musicali, 100 macchine da scrivere, alcuni aerei, circa 100 volanti di auto di auto da corsa, tra cui quelli delle Formula 1. E ancora un’area con cimeli militari della Prima e della Seconda guerra mondiale. Insomma, ce n’è per tutti i gusti.

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


Green Pass, il Viminale: “Imprese valutino tamponi gratis per i portuali”. Pd: “Raccomandazione inopportuna”

Il capitano Kirk nello spazio, William Shatner nella storia (con il razzo di Jeff Bezos)