Terrorismo, arrestato un militante dell'Isis a Napoli: era pronto a colpire

Terrorismo, evitato un attentato a Napoli

Proseguono le operazioni antiterrorismo in Italia. I Carabinieri e la Polizia hanno fermato un gambiano accusato di avere dei rapporti con l’Isis.

NAPOLI – Non si fermano le operazioni antiterrorismo in Italia. Nei giorni scorsi a Napoli un’operazione congiunta tra Carabinieri e Polizia, condotta dalla Procura del capoluogo campano, ha portato all’arresto di un immigrato del Gambia. L’uomo è accusato di aver dei legami con l’Isis e di aver partecipato ad un’associazione terroristica denominata ‘Islamic State’ o ‘Daesh’.

Il ventunenne in un video, ritrovato nel corso della perquisizione, giurava fedeltà ad Ad Baghdadi: “Giuro di prestare fedeltà al Califfo dei musulmani Abu Bakr Al Quaraishi Al Baghdadi, nei momenti difficili e facili, nel mese di Rajab giorno 2 e Allah è testimone di quello che dico“.

Polizia
Polizia (fonte foto https://www.facebook.com/LaVocediReggio/)

Napoli, arrestato un gambiano per terrorismo: pronto a colpire

L’uomo – riferiscono gli inquirenti – è stato fermato lo scorso 20 aprile ed è stato convalidato dal giudice che ha emesso ordinanza cautelare dopo una segnalazione dell’intelligence spagnola.

In una conversazione su ‘Telegram’ l’uomo diceva di essere in ‘missione’ e chiedeva di ‘pregare’ per lui. Inoltre il gambiano ha ammesso di aver ricevuto un ordine di ‘lanciare un’autovettura contro la folla’ ma che in realtà non ha avuto nessun intenzione reale di dare seguito al progetto d’attacco.

Il video sarebbe stato girato con un cellulare il 10 aprile scorso all’interno della sala mensa della struttura alberghiera in località Licola che è adibita a centro di accoglienza, dove il gambino era ospitato da circa un anno.

Touray era titolare di un foglio di soggiorno provvisorio, in attesa che venisse esaminata la sua richiesta di asilo politico. Il giovane era arrivato circa un anno fa a Messina con altri 638 migranti, 209 dei quali venivano dal Gambia ed erano partiti dalla Libia.

Il video con l’arresto del gambiano

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 26-04-2018

X