Nazionale, Roberto Mancini: “Balotelli al Nizza? Per lui l’importante è giocare”

Il commissario tecnico della Nazionale, Roberto Mancini, ammette: “In Serie A giocano pochi italiani, mi auguro possano aumentare“.

A pochi giorni dai primi impegni ufficiali della sua Nazionale, Roberto Mancini ha parlato ai microfoni di Radio Deejay delle sue sensazioni sul nuovo corso azzurro: “È un problema se ci sono sempre meno italiani in campo, spero che ne giochino il più possibile. Ci sono elementi con qualità enormi, e se in passato non avevamo difensori, oggi manchiamo in altri ruoli“.

Mancini ha quindi elogiato Bernardeschi e Cristiano Ronaldo: “Federico ha migliorato qualità e personalità, può fare solo meglio. CR7? Avrei fatto panchina con lui, ma chissà: non avremmo occupato la stessa posizione in campo. Quindici anni fa avrebbe potuto raggiungere l’Italia, ma anche ora alza il livello del campionato“.

Nazionale, Roberto Mancini su Balotelli: “Deve giocare

Tra i tanti protagonisti del mercato appena concluso c’è stato Mario Balotelli, che ha sperato a lungo di poter tornare in Italia ma alla fine ha dovuto ‘accontentarsi’ della permanenza al Nizza, per alcuni sotto richiesta esplicita di Mancini. Il ct però non conferma: “Se l’ho costretto a restare a Nizza? Per lui è importante giocare“.

Sugli altri italiani all’estero: “Verratti deve recuperare in fretta, non sta bene fisicamente. Jorginho è stato tra i migliori centrocampisti in Europa, il Chelsea lo può solo migliorare“. Una battuta anche su Cassano, che spera in un accordo col Bologna in Serie A: “Ha qualità, può far bene ovunque“. Difficile, come la missione che spetta a Mancini con questa Nazionale. Ma di impossibile, si sa, non c’è nulla.

Nel video il primo allenamento di Mancini da ct:

Fonte foto copertina: https://www.facebook.com/NazionaleCalcio/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 25-08-2018

Mauro Abbate

X