Caos alla maratona di Trieste. Niente atleti africani, vengono sfruttati

Niente atleti africani alla Mezza Maratona di Trieste. Protesta il Partito democratico: Siamo arrivati alle epurazioni.

Inizia tra le polemica il cammino di avvicinamento alla mezza maratona che andrà in scena a Trieste il prossimo 5 maggio. Alla competizione, di particolare rilievo nel mondo dell’atletica, non prenderanno parte gli atleti africani.

A dare l’annuncio è stato Fabio Carini, presidente dell’Apd, organizzazione che promuove la manifestazione.

“Quest’anno abbiamo deciso di prendere soltanto atleti europei per dare un segnale e perchè vengano presi dei provvedimenti che regolamentino quello che è attualmente un mercimonio di atleti africani di altissimo valore, che vengono semplicemente sfruttati e questa è una cosa che non possiamo più accettare”.

Maratona Trieste
Fonte foto: https://www.facebook.com/marina.stefan.71

Protesta il Partito democratico: A Trieste siamo arrivati all’epurazione

Dura la protesta del Partito democratico che, commentando la decisione di escludere i corridori africani dalla competizione, ha parlato di epurazione.

A Trieste siamo arrivati alle epurazioni nello sport: ultima follia di un estremismo che sta impregnando e snaturando la città, sulla quale i più alti rappresentanti politici e istituzionali hanno messo la faccia. Fatto grave e indegno“, ha attaccata Isabella De Monte.

Carini ha risposto alle critiche respingendo le accuse di razzismo ventilate dall’eurodeputata del Partito democratico. Il numero uno dell’Apd ha voluto sottolineare come il senso della decisione è invece quello di tutelare gli atleti africani, sfruttati dai manager.

La questione è destinata a far discutere lasciando probabilmente strascichi anche dopo la competizione che chiama a raccolta centinaia di atleti. Storicamente nel mondo della corsa e nello specifico della maratona, proprio gli atleti africani sono i favoriti per la vittoria finale.

ultimo aggiornamento: 27-04-2019

X