Notre-Dame non assicurata. la ricostruzione finanziata dallo Stato

Notre-Dame non era assicurata, la ricostruzione sarà a carico dello Stato

La cattedrale di Notre-Dame non era assicurata, la ricostruzione sarà finanziata dallo Stato con i soldi pubblici.

Stangata sulle casse del governo francese: la cattedrale di Notre-Dame non era assicurata e la ricostruzione sarà quindi finanziata dallo Stato.

Come evidenziato dai media transalpini, lo Stato sarebbe assicuratore di sé stesso per gli edifici religiosi di proprietà.

La cattedrale di Notre-Dame non era assicurata, ricostruzione a carico dello Stato

La notizia è stata rivelata dai media francesi, che hanno sottolineato che lo Stato è assicuratore di sé stesso per quanto riguarda gli edifici religiosi di cui è proprietario. La cattedrale di Notre-Dame rientra nella lista di questi edifici.

Buona parte della ricostruzione sarà quindi finanziata dallo Stato con i soldi pubblici.

Incendio Notre Dame
Incendio Notre Dame

La gara di solidarietà in soccorso di Macron: raccolti milioni di euro in poche ore

Un salvagente per Macron arriva dalla solidarietà degli imprenditori e dei privati cittadini francesi che in poche ore hanno versato come donazioni quasi un miliardo di euro, sgravando così l’esborso che dovrà sostenere lo stato per la ricostruzione della cattedrale.

Macron: Notre-Dame ricostruita entro cinque anni

Nel suo discorso alla nazione, tenuto a ventiquattro ore di distanza circa dall’incendio che ha distrutto la cattedrale, il presidente della Francia Emmanuel Macron ha assicurato che Notre-Dame sorgerà più bella di prima ed entro i prossimi cinque anni.

Per quanto riguarda le tempistiche si tratta di una scommessa impegnativa da parte del presidente, visto che diversi esperti hanno fatto sapere che per completare i lavori di ricostruzione servirebbero dieci o quindici anni.

ultimo aggiornamento: 17-04-2019

X