Nuovo attentato a Kabul, dodici morti. I talebani rivendicano l’attacco

Attentato a Kabul, dodici morti per l’esplosione di un’autobomba: i talebani rivendicano l’attacco.

chiudi

Caricamento Player...

Kabul. Si macchiano ancora di sangue le strade di Kabul, teatro di un nuovo attentato avvenuto questa mattina nella zona ovest della città.

Secondo quanto reso noto dal ministero dell’Interno afgano, l’esplosione di un’autobomba esplosa questa mattina ha provocato la morte di dodici persone ferendone altre dieci. Tutte le vittime coinvolte nell’attentato sono civili.

Dodici morti in seguito all’attentato a Kabul, i talebani rivendicano l’attacco

L’attentato, che nelle intenzioni avrebbe dovuto colpire i dipendenti del governo di Kabul, è stato rivendicato dai talebani attraverso un comunicato inviato e trasmesso dall’emittente al Jazeera. Secondo quanto riferito dal Mujahid, l’obiettivo dell’autobomba era quello di colpire i servizi di intelligence. Secondo quanto riferito dal ministero dell’Interno invece, sul minibus investito dall’esplosione dell’autobomba fatta esplodere nella zona occidentale di Kabul viaggiavano impiegati del ministero del petrolio.

L’unica certezza è che il Medio Oriente torna a fare paura, trasformandosi ancora una volta in una polveriera che sembra destinata ad esplodere con gran frastuono e rovinose conseguenze.

Al momento a rimetterci sono ancora una volta persone innocenti, fossero queste del ministero del petrolio o del servizio d’intelligence del paese. Di fronte alla morte in fondo siamo tutti uguali.