La ‘panda verde’ di Vidal è diventata virale sui social. Ma sono diversi i giocatori e tecnici che hanno preferito l’utilitaria.

ROMA – La panda verde di Arturo Vidal è ormai diventata virale sui social. Il cileno nel suo parco macchine ha deciso di aggiungere una utilitaria e le immagini hanno fatto il giro del mondo in davvero poco tempo. E lo stesso centrocampista si è presentato agli allenamenti con questa vettura.

Ma non è la prima volta che un giocatore o un tecnico decide di affidarsi ad una macchina ‘comune’ e non al lusso. Si tratta di un cambio di passo sicuramente differente rispetto al passato e per questo in futuro si potranno vedere altre scelte simili.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

La Panda di Spalletti rubata

Nei giorni scorsi è uscita la notizia della panda di Luciano Spalletti rubata. Ed è stato lo stesso tecnico del Napoli a fare un appello per ritrovarla il prima possibile. L’allenatore del Napoli è sicuramente molto legato a questa vettura anche per le sue origini.

Si tratta, come detto, di scelte molto particolari, ma c’è un cambio di passo fondamentale rispetto al passato. Ora le utilitarie sembrano essere preferite rispetto a quelle di lusso. E le scelte di Spalletti e Vidal ne sono una conferma.

LUCIANO SPALLETTI
LUCIANO SPALLETTI

Addio al lusso per i calciatori?

I calciatori sono pronti a dire addio al lusso? La scelta di Vidal potrebbe aprire la strada ad acquisti sicuramente meno costosi per quanto riguarda le auto, ma non tutti sono d’accordo con questa scelta.

Sicuramente nei prossimi giorni altri giocatori potrebbero decidere di ‘mostrare’ le proprie macchine molto particolari come fatto dallo stesso Vidal. E la foto del cileno ha fatto il giro del mondo in davvero poco tempo e anche gli stessi tifosi dell’Inter hanno apprezzato la scelta fatta dallo stesso calciatore.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 31-10-2021


Juventus in ritiro per uscire dalla crisi, nel mirino Zenit e Fiorentina

Serie A, il Milan vince a Roma. Bene Inter e Napoli