Serie A, i risultati di domenica 31 ottobre. Vincono Milan, Inter e Napoli. A sorpresa perde il Sassuolo.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 31 ottobre. Dopo il crollo della Juventus a Verona, Inter e Napoli allungano in classifica. A chiudere la giornata è la vittoria del Milan a Roma.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Roma-Milan 1-2: rossoneri ancora in testa

Roma-Milan 1-2

Marcatori: 25′ Ibrahimovic (M), 56′ rig. Kessié (M), 90’+2 El Shaarawy (R)

Roma (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp (80′ Shomurodov), Mancini, Ibanez, Vina (67′ Carles Perez); Cristante, Veretout; Zaniolo, Pellegrini Lo., Mkhitaryan (46′ Felix Afena); Abraham (63′ El Shaarawy). All. Mourinho

Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria, Kjaer, Tomori, Hernandez T.; Kessié, Bennacer (76′ Romagnoli A.); Saelemaekers (68′ Ballo-Touré), Krunic (76′ Bakayoko), Rafael Leao (76′ Tonali); Ibrahimovic (57′ Giroud). All. Pioli

Arbitro: Sig. Fabio Maresca di Napoli

Note: Ammoniti: Zaniolo, Karsdorp, Mancini, Veretout (R); Ibrahimovic, Tomori, Kessié (M). Espulso: al 65′ Hernandez T. (M) per doppia ammonizione. Angoli: 6-2 per la Roma. Recupero: 1′ p.t.; 6′ s.t.

La prima occasione è per la Roma, Vina riesce sulla sinisttra ad entrare in area e trovare Pellegrini, palla fuori di poco. Reagisce subito il Milan con Kessié, il centrocampista dal limite non colpisce bene e manda fuori. La partita continua ad essere molto divertente. Karsdorp riesce dalla destra a mettere una palla in area, dopo un batti e ribatti la sfera arriva a Pellegrini, ma la mira è ancora imprecisa. Immediata la replica del Milan, Ibra da buona posizione non inquadra la porta. La sfida si sblocca al 25′. Punizione perfetta di Ibrahimovic e Rui Patricio immobile. L’ultima chance è per Theo Hernandez, attento Rui Patricio. Il Milan va all’intervallo in vantaggio.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

Nella ripresa il Milan trova il raddoppio con Ibrahimovic, ma il Var annulla tutto per furigioco dello svedese. Il raddoppio arriva al 56′. Fallo di Ibanez su Ibrahimovic (confermato dopo il consulto al Var) e Kessié spiazza Rui Patricio. Il match si riapre al 65′ con il doppio giallo a Theo Hernandez. Con la superiorità numerica la Roma spinge e ha diverse occasioni su Zaniolo, ma il punteggio non cambia. La squadra di Mourinho non molla ma Tatarusanu nega la gioia del gol a Mancini. La rete del 2-1 arriva in pieno recupero con El Shaarawy. Poco dopo è Tatarusanu a rispondere presente sulla conclusione dalla distanza. Non c’è più tempo, il Milan vince e risponde al Napoli.

Salernitana-Napoli 0-1: decide Zielinski

Salernitana-Napoli 0-1

Marcatori: 61′ Zielinski

Salernitana (4-3-1-2): Belec; Zortea, Strandberg, Gyomber, Ranieri L. (88′ Gagliolo); Kastanos, Di Tacchio, Schiavone (87′ Djuric); Ribery; Bonazzoli F (71′ Obi)., Gondo (64′ Simy). All. Colantuono

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski (90’+5 Zanoli); Politano (79′ Juan Jesus), Mertens (60′ Petagna), Lozano (59′ Elmas). All. Draghi

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Anguissa, Mario Rui (N). Espulso: al 70′ Kastanos (S) per gioco pericoloso; al 77′ Koulibaly (N) per chiara occasione da rete. Angoli: 4-4. Recupero: 3′ p.t.; 6′ s.t.

La prima occasione è per il Napoli. Zielinski con il mancino da due passi non inquadra la porta. Non succede praticamente più nulla fino alla fine del primo tempo.

Dries Mertens Napoli
Dries Mertens Napoli

Il match si sblocca subito nella ripresa. Petagna colpisce la traversa, poi Zielinski è il più lesto a risolvere una mischia in area di rigore. La partita si complica ancora di più per gli uomini di Colantuono per il rosso a Kastanos dopo un fallo su Anguissa. La parità numerica viene stabilita al 77′ quando Koulibaly ferma fallosamente Simy e per l’arbitro è chiara occasione da rete. Sulla punizione Ospina e Di Lorenzo si salvano in qualche modo. L’ultima occasione è per Gagliolo che da buona occasione non inquadra la porta. Alla fine vince il Napoli che dà una risposta importante al campionato.

Fiorentina-Spezia 3-0: tris di Vlahovic

Fiorentina-Spezia 3-0

Marcatori: 45′ rig. Vlahovic, 62′ Vlahovic, 74′ Vlahovic

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Venuti (60′ Odriozola), Milenkovic, Martinez Quarta (76′ Igor), Birtaghi; Bonaventura, Torreira (75′ Amrabat), Castrovilli (68′ Maleh); Sottil, Vlahovic, Saponara. All. Italiano

Spezia (4-2-3-1): Provedel; Ferrer (46′ Amian), Hristov, Nikolaou, Bastoni S. (46′ Colley E.); Maggiore (65′ Verde), Kovalenko; Strelec (65′ Manaj), Salcedo E. (46′ Sala J.), Gyasi; Nzola. All. Thiago Motta

Arbitro: Sig. Antonio Giua di Sassari

Note: Ammoniti: Martinez Quarta, Venuti, Vlahovic, Maleh (F); Ferrer, Gyasi, Colley E., Thiago Motta (S). Angoli: 7-4 per la Fiorentina. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

La prima chance è per Vlahovic, la difesa dello Spezia lo contiene bene. Ancora padroni di casa pericolosi, attento Provedel. Il portiere dello Spezia poco dopo è protagonista in diverse occasioni prima del vantaggio della Fiorentina. Giua assegna un calcio di rigore dopo un consulto con il Var per il tocco con il braccio di Gyasi. Dal dischetto Vlahovic spiazza Provedel. Poco dopo è ancora il serbo protagonista, attento il portiere dei liguri.

Dusan Vlahovic Fiorentina
Dusan Vlahovic Fiorentina

Il match la Fiorentina lo chiude nella ripresa. Azione sull’asse Odriozola-Saponara e Vlahovic davanti a Provedel non sbaglia. E’ ancora il serbo a chiudere la partita negli ultimi minuti con il destro su assist di Callejon. Termina così al ‘Franch0.

Sassuolo-Empoli 1-2: decide Zurkowski nel finale

Sassuolo-Empoli 1-2

Marcatori: 44′ aut. Tonelli (S), 83′ rig. Pinamonti (E), 90’+2 Zurkowski (E)

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (85′ Rogério), Chiriches, Ferrari G. M., Kyriakopoulos; Frattesi (85′ Muldur), Lopez M.; Berardi D., Raspadori (71′ Matheus Henrique), Traoré H. (71′ Boga); Scamacca (62′ Defrel). All. Dionisi

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Tonelli, Viti, Marchizza (80′ Parisi); Haas (80′ Zurkowski), Stulac (80′ Asllani), Bandinelli (62′ Cutrone); Henderson; Di Francesco F. (87′ Romagnoli S.), Pinamonti. All. Andreazzoli

Arbitro: Sig. Luca Massimi di Teramo

Note: Ammoniti: Scamacca, Raspadori, Defrel, Lopez M. (S); Stojanovic, Pinamonti (E). Angoli: 4-6 per l’Empoli. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Prima occasione per Di Francesco, attento Consigli. Con il passare dei minuti cresce la squadra di casa e Vicario risponde presente su Traoré. Il match si sblocca allo scadere. Frattesi spacca in due l’Empoli, Traoré la mette in mezzo e Tonelli involontariamente beffa Vicario. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Berardi Domenico
Berardi Domenico

Nella ripresa l’Empoli parte con il piede dell’acceleratore. Prima Consigli attento su Henderson, poi sempre il giocatore dei toscani calcia e Ferrari è decisivo sulla linea. Reagisce il Sassuolo, Vicario si salva su Boga. Il pareggio arriva nel finale. Chiriches interviene fallosamente su Cutrone, Pinamonti dal dischetto non sbaglia. Il sorpasso viene completato in pieno recupero. Henderson la mette in mezzo e Zurkowski con il mancino lascia di sasso Consigli. Non succede più nulla, l’Empoli vince e sale a quota 15.

Genoa-Venezia 0-0: reti bianche a ‘Marassi’

Genoa-Venezia 0-0

Marcatori:

Genoa (4-3-1-2): Sirigu; Cambiaso, Biraschi, Vasquez, Criscito; Rovella, Badelj, Sturaro (64′ Kallon Y.); Galdames (64′ Toure A.); Pandev (46′ Caicedo), Destro (56′ Ekuban; 87′ Buksa). All. Ballardini

Venezia (4-3-3): Romero; Mazzocchi (46′ Ebuehi), Caldara, Ceccaroni, Haps (84′ Molinaro); Crnigoj (69′ Kiyine), Busio, Tessmann; Aramu (77′ Peretz), Henry (84′ Forte), Okereke. All. Zanetti P.

Arbitro: Sig. Maurizio Mariani di Aprilia

Note: Ammoniti: Biraschi (G); Mazzocchi, Caldara, Aramu (V). Angoli: 12-4 per il Genoa. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Partita divertente a Marassi. La prima chance è per gli ospiti, Busio da buona posizione non inquadra la porta. Dall’altra parte ci provano Destro e Galdames, attento Romero. All’intervallo si va sullo 0-0.

Sirigu Salvatore
Sirigu Salvatore

Nella ripresa la prima occasione è per il Genoa. Sirigu in qualche modo si salva su Caldara. Reagisce il Genoa con Ekuban, attento Romero. Termina a reti bianche a Marassi.

Inter-Udinese 2-0: decide una doppietta di Correa

Inter-Udinese 2-0

Marcatori: 60′ Correa, 69′ Correa

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Dumfries, Barella (80′ Sensi), Brozovic, Calhanoglu (70′ Vidal), Perisic (85′ Dimarco); Dzeko (79′ Lautaro Martinez), Correa (69′ Sanchez A.). All. Inzaghi S.

Udinese (3-5-2): Silvestri, Rodrigo Becao, Nuytinck, Samir; Molina N. (88′ Soppy), Jajalo (58′ Walace), Makengo (69′ Arslan), Pereyra R., Stryger Larsen (69′ Udogie); Success (58′ Deulofeu), Beto. All. Gotti

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata

Note: Ammoniti: Beto, Pereyra R. (U). Angoli: 6-4 per l’Inter. Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

La prima occasione è per l’Udinese. Ci prova in qualche modo Pereyra, attento Handanovic. Reagisce l’Inter in contropiede. Dzeko inizia l’azione, Correa la rifinisce ma Silvestri con il piede si oppone a Barella. Continua il duello Barella-Silvestri, ancora protagonista l’estremo difensore bianconero.

Nicolò Barella
Nicolò Barella

Nella ripresa il match si sblocca al 60′. Correa sfrutta il velo di Perisic e segna l’1-0 dopo un’azione personale. La squadra di Inzaghi va vicina al 2-0 poco dopo. Silvestri si oppone a Dzeko, sulla respinta Dumfries non è freddo. Il raddoppio arriva al 68′. Correa raccoglie alla perfezione l’assist di Dumfries per firmare la doppietta personale. E’ Vidal ad andare vicino al tris poco dopo. Prova a reagire la squadra di Gotti, ma Pereyra è impreciso. Ancora bianconeri pericolosi. Handanovic si oppone in due occasioni a Deulofeu e Samir e poi la difesa si salva in qualche modo. Non succede più nulla, l’Inter vince trascinata da Correa.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news Inter milan

ultimo aggiornamento: 31-10-2021


Da Vidal a Spalletti, quando l’utilitaria viene preferita alla macchina di lusso

Juventus-Zenit San Pietroburgo, Allegri: “Vogliamo la qualificazione”