Il Movimento Cinque Stelle riflette sul destino di Luigi Di Maio. Paragone avverte: Abbiamo bisogno di un leader a tempo pieno, dobbiamo ripartire dal noi.

Tensione all’interno del Movimento Cinque Stelle, Paragone boccia Di Maio: “Serve un leader a tempo pieno“. La sconfitta alle elezioni europee ha aperto una frattura tra i pentastellati, divisi tra chi continua a sostenere il vicepremier e chi invece chiede un avvicendamento al vertice.

Alessandro Di Battista
Fonte foto: https://www.facebook.com/dibattista.alessandro

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indiscrezioni sulle dimissioni di Luigi Di Maio

Già prima della conferenza stampa tenuta da Luigi Di Maio per commentare i risultati delle elezioni erano iniziate a circolare le prime indiscrezioni sulle possibili dimissioni del leader del Movimento Cinque Stelle.

La notizia era stata smentita sia dal vicepremier che ha Alessandro Di Battista, indicato come uno dei possibili eredi di Di Maio.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

M5S, Paragone mette in discussione Luigi Di Maio

Intervenuto ai microfoni de il Fatto Quotidiano, Paragone ha commentato il voto del 26 maggio gettando un’ombra sul leader del MoVimento.

“L’assemblea è il luogo idoneo per maturare una scelta tutti insieme. Per me, la generosità di Luigi Di Maio di mettere insieme tre, quattro incarichi deve essere rivista, perché il Movimento per ripartire ha bisogno di una leadership politica h24. Dobbiamo tornare dall’io al noi”.

I problemi legati alla ‘successione’ di Di Maio

Il futuro di Di Maio non è una questione esclusivamente legate alle dinamiche del MoVimento. Dal destino dell’attuale vicepremier si capiranno le intenzioni degli alti papaveri pentastellati.

I candidati al posto di Di Maio sarebbero infatti, realisticamente parlando, Roberto Fico e Alessandro Di Battista. Con uno di questi due profili al comando la convivenza al governo al fianco della Lega sarebbe difficile se non addirittura impossibile.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-05-2019


Esplode il caso Rixi e il governo si spacca

TAV, M5S al bivio. Salvini: L’Italia si è espressa. Toninelli: Non cambio idea