Patrick Cutrone a Premium: “Giocare qui era il sogno che ho sempre avuto da bambino”

Patrick Cutrone ai microfoni di Premium Sport: “Spero di crescere ancora di più e segnare più gol per questa maglia”.

chiudi

Caricamento Player...

MILANO – Oggi è il giorno di Patrick Cutrone in casa Milan. Il talento classe 1998 ha compiuto 20 anni: “Ho sempre festeggiato – dichiara ai microfoni di Premium Sporti miei anni in rossonero, quest’anno però è ancora più bello. Giocare qui era il sogno che ho sempre avuto fin da quando ero bambini. I compagni oggi mi hanno abbracciato e festeggiato“. Il giovane rossonero parla anche delle ambizioni future: “Personalmente spero di fare sempre più gol, mentre per la squadra il mio desiderio è di reagire e fare sempre meglio”. Parla anche del suo inizio di stagione: “Non mi aspettavo di segnare così tanto“.

Patrick Cutrone rivela: “Dopo il derby non ho dormito per tutta la notte”

Patrick Cutrone rivela anche un particolare: “Dopo la rete al derby non ho dormito. La testa pensava continuamente alla rete e ai festeggiamenti dopo la partita. Un’emozione indescrivibile“. L’attaccante rossonero ha anche un pensiero per la sua famiglia: “Io nel tempo libero giocavo sempre a calcio, andavo all’oratorio e giocavo a calcio con mia nonna e mio fratello. Devo tutto alla mia famiglia, io ho fatto dei sacrifici ma anche loro ne hanno fatti tanti. La mia famiglia è sempre stata umile e mi hanno detto di restare con i piedi per terra“. Sui paragoni con Shevchenko e Inzaghi: “Essere paragonati a grandi attaccanti è sempre molto bello. Ma ora non mi sento di farli, c’è tanto da lavorare“.

MILAN
MILAN

Patrick Cutrone: “Io penso di dare il massimo per questa squadra”. Sul ruolo…

Patrick Cutrone non vuole sentire parlare di differenze tra Primavera e prima squadra: “Io penso sempre di dare il massimo per questa squadra. Sono tanti i ricordi più belli: dall’esordio in Europa League alla rete nel derby“. Sul futuro del Milan dice: “Penso che si deve ripartire dai giovane e noi dobbiamo dimostrare di poter giocare in una grande squadra come il Milan“. Chiusura finale sul ruolo: “Sono a disposizione del mister, anche se il mio ruolo preferito è quello di punta centrale. L’esterno l’ho fatto a volte anche in Primavera e piano piano sto imparando a farlo“.