Indagini sul crollo del Ponte Morandi, altri sessanta possibili responsabili
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Crollo Ponte Morandi, altri sessanta tra i possibili responsabili

Crollo Ponte Morandi, altri sessanta tra i possibili responsabili

Crollo del Ponte Morandi, altri sessanta possibili responsabili in un’informativa della Guardia di Finanza alla Procura di Genova. Al momento gli indagati sono venti.

Proseguono le indagini sul crollo del Ponte Morandi alla ricerca delle cause e dei responsabili della tragedia che lo scorso 14 agosto ha spezzato la vita di 43 persone e ha costretto centinaia di cittadini a lasciare le proprie abitazioni che saranno abbattute con quello che resta del cavalcavia.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

La Guardia di Finanza, stando alle ultime informazioni raccolte, avrebbe inviato alla Procura di Genova una lista con sessanta nomi di persone potenzialmente responsabili dell’accaduto. Questa seconda lista si andrebbe ad aggiungere alla prima che conteneva i venti nomi finiti poi nel registro degli indagati della Procura.

Ponte Morandi
Fonte foto: https://www.facebook.com/evangelistafotografo/

Crollo del Ponte Morandi: altre sessanta persone indicate come possibili responsabili (a vario titolo) della tragedia

Tra i nomi nuovi presentati dalla Guardia di Finanza nell’informativa alla Procura ci sarebbero dipendenti di Autostrade (tra cui tecnici e altri dirigenti), dipendenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e alcuni della Spea. Si tratterebbe di persone al corrente delle condizioni del Ponte Morandi e del rischio di un possibile crollo.

Nella lista nera delle Fiamme Gialle sarebbero finite anche le persone che si sono occupate dei lavori di manutenzione per il consolidamento della pila numero 9, quella tragicamente crollata, e della 10, sulla quale è stato riscontrato un avanzato stato di usura precedente al crollo del ponte e non riconducibile al disastro.

Informativa alla Procura di Genova che dovrà decidere se iscrivere altre persone nel registro degli indagati

In base alle indicazioni fornite dalla Guardia di Finanza, la Procura di Genova dovrà valutare se inserire o meno le sessanta persone (o alcune di queste)indicate dalle Fiamme Gialle nel registro degli indagati.

Fonte foto copertina: https://twitter.com/Donatel65682407

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2018 10:30

Incidente stradale a Parma, morto un ragazzo di ventotto anni

nl pixel