Come attivare la protezione ransomware di Windows 10

Windows 10 ha una protezione ransomware che dovremmo attivare

Windows 10 ha un ottimo strumento di protezione ransomware, che possiamo attivare facilmente per ottenere un buon livello di difesa contro questi malware.

Windows 10 ha una funzione di protezione contro il ransomware molto efficace, che però è disattivata di default. Per fortuna la possiamo attivare facilmente, senza bisogno di complicate configurazioni.

Non è molto chiaro perché Microsoft abbia deciso di tenere disattivata una funzione così importante, che peraltro esiste dal 2017. Probabilmente la scelta è stata fatta perché c’è qualche rischio in merito ai falsi positivi, soprattutto per chi usa un antivirus di terze parti. Ma considerando quanto sono pericolosi i ransomware, e soprattutto quanto le conseguenze possono essere complicate, vale senza dubbio la pena di attivarlo.

Per attivare la protezione ransomware di Windows 10, partiamo dalle Impostazioni

Se vogliamo attivare questa comoda funzione di Windows, iniziamo aprendo le Impostazioni di Windows, poi scegliamo la voce Aggiornamento e sicurezza.

Impostazioni windows aggiornamento sicurezza

Nella finestra che si apre, assicuriamoci di essere in corrispondenza della voce Sicurezza di Windows, poi selezioniamo Protezione da virus e minacce.

sicurezza windows protezione virus

Scorriamo la schermata che si apre fino a trovare protezione ransomware e selezioniamola per aprire le opzioni.

Gestisci protezione ransomware windows 10

Come gestire la protezione Ransomware di Windows 10

La finestra che si apre ci permette di gestire le diverse opzioni. Assicuriamoci che l’accesso alle cartelle controllato sia attivo, come prima cosa.

protezione ransomware windows 10 attiva

Le tre voci sottostanti ci permettono di controllare il lavoro di questo potente strumento di protezione.

Cronologia blocchi fa quello che il nome suggerisce, mostrandoci gli eventuali tentativi di attacco rilevati.

Cartelle protette ci mostra quali cartelle Windows sta proteggendo, e ci da la possibilità di gestirle, aggiungendo o eliminando cartelle del computer che vogliamo proteggere o “liberare” dalla protezione.

Consenti App tramite accesso alle cartelle controllato è l’opzione più delicata e importante. La protezione ransomware di Windows infatti blocca l’accesso alle cartelle alle App che non considera affidabili, usando un proprio motore di controllo. Se vogliamo sbloccare una App (o un programma) possiamo farlo aggiungendola a mano alla lista di quelle affidabili. Naturalmente il consiglio è di farlo solo se siamo davvero sicuri che si tratti di un software sicuro.

Cosa sono i ransomware?

I Ransomware sono la categoria di malware più pericolosi perché, a differenza di molti altri, hanno lo scopo preciso di danneggiarci economicamente, bloccando i file del nostro computer tramite crittografia e chiedendoci del denaro, di solito sotto forma di criptovalute, per restituirceli.

In passato hanno già fatto danni considerevoli, arrivando addirittura a bloccare intere amministrazioni negli Stati Uniti. Proprio per questo è indispensabile tenere sempre un livello di protezione piuttosto alto. E lo strumento integrato di Windows 10 è il modo più immediato ed efficace per farlo.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/illustrations/truffa-phishing-frode-3933004/

ultimo aggiornamento: 02-09-2019

X