PSG graziato dalla UEFA? Secondo il New York Times Nyon non ha indagato a dovere sul club di Ligue 1 in merito al doppio acquisto di Neymar e Mbappé.

NEW YORK (STATI UNITI) – PSG graziato dalla UEFA? A rivelare possibili ‘favori’ da parte di Nyon è il New York Times. Il tabloid americano assicura di essere entrato in possesso di documenti che testimoniano la linea morbida adottata dall’organo europei nei confronti del club transalpino in merito al doppio acquisto di Neymar e Mbappé effettuati nell’estate del 2017.

E’ stato un doppio colpo che ha fatto discutere per la questione del Fair Play Finanziario ma le indagini non hanno portato ad una sanzione del PSG. Ora il caso lo riapre il NYT e non sono esclusi ulteriori sviluppi nelle prossime settimane sulla vicenda.

L’inchiesta

Il New York Times sottolinea di essere entrato in possesso di documenti che confermano la linea ‘morbida’ della UEFA. Secondo il quotidiano americano la decisione di non punire il club francese è dovuta anche al legame con beIN Media Group, società di proprietà del presidente della squadra transalpina.

Indiscrezione che, se confermata, sarebbe clamorosa. Al momento non c’è stata nessuna reazione da parte del club transalpino che è pronto a difendersi da queste accuse.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Neymar
Neymar

La vicenda

La vicenda risale al 2017 quando il PSG ha piazzato il doppio colpo Neymar e Mbappé. Immediate le polemiche con la UEFA che si è vista costretta ad aprire un’indagine per approfondire la vicenda. Alla fine il TAS ha chiuso la vicenda senza penalizzazioni con Nyon che ha salvato il club transalpino per un cavillo legale.

Ma ora l’inchiesta del New York Times potrebbe cambiare le carte in tavola. Il tabloid accusa la UEFA di aver ‘graziato’ il Paris Saint-Germain per questioni economiche. Accuse molto gravi nei confronti dell’organo internazionale.

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 26-07-2019


Piatek: “Giampaolo un maestro, voglio la Champions”

Mercato Milan, spunta Rugani per la difesa