Via libera alla sfilata dei calciatori dell’Italia con il pullman scoperto: ora che senso ha parlare di emergenza e prudenza?

Monta la polemica per la festa dell’Italia e per il bagno di folla, autorizzato dalle autorità con il via libera alla sfilata con il pullman scoperto. Al termine di una trattativa, è arrivato il via libera al mini tour con il pullman scoperto. Un via libera che in qualche modo ha legittimato gli assembramenti. Inevitabili. Scene che non si conciliano con gli appelli alla prudenza da parte degli esperti e del ministero della Salute, con la chiusura delle discoteche e con le restrizioni ancora in vigore in nome dell’emergenza Covid. Che c’è o non c’è. Non può esserci a giorni alterni o solo per alcuni settori.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Festa Italia, il caso del pullman scoperto

Il pullman dell’Italia è stato scortato per le vie di Roma da migliaia di tifosi letteralmente in delirio per la grande impresa degli Azzurri di Mancini, che hanno riportato a casa la coppa europea a più di cinquant’anni dall’ultimo successo.

Si tratta di un’impresa celebrata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dal Presidente del Consiglio Mario Draghi, che hanno ricevuto gli Azzurri, Berrettini e la selezione di atletica. Questo per sottolineare il via grande momento dello sport italiano.

Che senso ha parlare di prudenza e di emergenza?

Il ballo di folla autorizzato dalle autorità però stride con gli appelli alla prudenza che quasi quotidianamente arrivano dal Ministro della Salute Roberto Speranza.

Per correttezza va detto che le persone si erano radunate in strada anche prima del mini tour degli Azzurri, seguiti dai tifosi durante tutti gli spostamenti per la Capitale. Basti pensare che lo spostamento tra il Quirinale e Palazzo Chigi -due chilometri circa – è stato effettuato in trenta minuti circa. Questo per la folla che ha circondato il pullman (coperto in questo caso) durante il tragitto.

Chiarito questo aspetto va detto anche che autorizzare la sfilata degli Azzurri ha dato il via libera alla grande festa dei tifosi, che hanno colto l’occasione per salutare gli eroi dell’Europeo.

Soprattutto autorizzare la sfilata del pullman scoperto solleva diversi dubbi. Perché le discoteche sono ancora chiuse? Il calcio unisce e l’impresa degli Azzurri andava celebrata, ma ci sono imprenditori in piena crisi economica. Che non hanno più le risorse per andare avanti. Che provano a resistere stoicamente. E che forse non hanno apprezzato le scene dei festeggiamenti. E se i casi dovessero aumentare e il Lazio dovesse tornare in zona Gialla chi pagherebbe per le chiusure e per le restrizioni? Chi risarcirebbe i ristoratori, che tornerebbero alle chiusure anticipate e non potrebbero sfruttare la bella stagione?

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

TAG:
coronavirus primo piano

ultimo aggiornamento: 12-07-2021


Morte Filippo Cavazzuti, il cordoglio di Mario Draghi

Covid, Macron: “Ripresa dell’epidemia. È una nuova gara di velocità”