Coronavirus in Italia, quanti posti di terapia intensiva ci sono nel nostro Paese. La panoramica Regione per Regione.

Alla luce del nuovo aumento dei casi di coronavirus registrati in Italia nel mese di ottobre, la luce dei riflettori si sposta nuovamente sul sistema sanitario nazionale e in particolare sui posti di terapia intensiva presenti in Italia. Proviamo a fare il punto Regione per Regione.

Coronavirus ospedale da campo

Quanti posti di terapia intensiva ci sono in Italia

In tutte le Regioni italiane, per far fronte alla prima ondata di coronavirus sono stati aumentati i posti disponibili in terapia intensiva. E lo scopo del governo è quello di procedere con un ulteriore incremento atto a rafforzare la tenuta del sistema sanitario nazionale.

Al 12 ottobre la situazione è decisamente variegata. La Lombardia, ad esempio, messa in ginocchio dall’emergenza sanitaria, ha portato a 1.446 i posti di terapia intensiva, con un incremento di più di 500 posti rispetto al periodo pre-Covid. In Molise si contano invece 44 posti disponibili con un incremento di meno di venti posti.

Di seguito una panoramica Regione per Regione in base ai dati disponibili alla mattina del 12 ottobre 2020.

Abruzzo 189
Basilicata 81
Bolzano 77
Calabria 280
Campania 834
Emilia-Romagna 646
Friuli V.G. 175
Lazio 845
Liguria 237
Lombardia 1.446
Marche 220
Molise 44
Piemonte 626
Puglia 580
Sardegna 235
Sicilia 719
Toscana 567
Trento 78
Umbria 128
Valle d’Aosta 20
Veneto 705

Terapia intensiva coronavirus

La tenuta del sistema sanitario

Procedendo con un rapido calcolo, nel complesso in Italia ci sono 6.529 posti nei reparti in questione. Dall’inizio dell’emergenza coronavirus si è proceduto con un incremento di 1.300 posti circa, meno della metà rispetto al piano delle autorità competenti che sperano di aumentare ulteriormente i posti nel minor tempo possibile.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus cronaca News

ultimo aggiornamento: 13-10-2020


Palermo, racket e calcio: decine di fermi tra i clan della città

‘Sarei arrivato quasi al limite di prenderti la testa e fracassartela’: l’audio della telefonata tra Nina Moric e Corona