Il ministro Tria al Question Time della Camera: per una seconda manovra è ancora troppo presto

Il ministro Tria è protagonista del Question Time della Camera: “E’ ancora presto per valutare gli effetti della manovra. Sono passati solo due mesi”.

ROMA – No ad una manovra correttiva, almeno per il momento. Sono queste le parole che il ministro Tria ha rilasciato durante il Question Time alla Camera: “Di una seconda legge di bilancio – dichiara il titolare del dicastero del MEF riportato dall’ANSA – è ancora presto parlarne perché siamo solo a due mesi dal confronto con le istituzioni europee che hanno valutato in modo positivo quanto proposto“.

Sono state accantonati e resi indisponibili – sottolinea Tria – due miliardi di euro. Qualora dal monitoraggio dell’andamento dei conti pubblici si mostrasse coerente con gli obiettivi programmatici, al netto di maggiori entrate e dimissioni, gli accantonamenti con delibera del Consiglio dei Ministri, su proposta del ministro dell’Economia, possono essere resi disponibili. Questi margini di riserva appaiono più che sufficienti“.

Giovanni Tria
fonte foto https://twitter.com/Assolombarda

Il ministro Tria sul Def: “Il documento verrà presentato entro i termini di legge”

Nel Question Time il ministro Tria rassicura anche sul Def: “Il documento – precisa – verrà presentato secondo i termini di legge e quindi entro il 10 aprile. Certamente con il prossimo Def si aggiorneranno le previsioni economiche. L’aggiornamento porterà a una valutazione e alla verifica dei saldi che saranno oggetto del confronto con l’Unione Europea“.

Chiusura finale sul capitolo Alitalia: “Non c’è in campo il tema di una ri-nazionalizzazione di Alitalia. La soluzione non può essere che di mercato, trainata dai soggetti di rilievo“.

Chiare le parole da parte del ministro Tria che chiude su una possibile seconda manovra ed è fiducioso su una ripresa dell’economia italiana dopo la pubblicazione del Def. Un Question Time che è servito a chiarire molte cose in vista dei prossimi mesi, decisivi per il futuro dell’Italia.

Di seguito il video con uno dei canali della Camera

fonte foto copertina https://www.facebook.com/pg/Cameradeideputati/

ultimo aggiornamento: 20-02-2019

X