Clio Sporter: scheda tecnica della station wagon della Losanga
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Clio Sporter: scheda tecnica della station wagon della Losanga

Clio Sporter

La versione station wagon della Clio IV si presenta più lunga e capiente, grazie anche al posteriore ridisegnato per ampliare il vano carico.

La Clio Sporter è la versione station wagon della quarta generazione della Renault Clio, la berlina prodotta dalla casa automobilistica francese a partire dal 2012. La denominazione ‘Sporter’ è esclusiva del mercato italiano: negli altri paesi europei, infatti, lo stesso modello viene indicato in maniera diversa

Decreto Salva Casa: ecco tutte le modifiche che potrai apportare alla tua abitazione

Specifiche tecniche, design e tecnologia

La Renault Clio Sporter è una station wagon, a cinque porte e cinque posti, lunga 4.267 mm e alta 1.475 mm. Le carreggiate misurano 1.506 mm mentre la larghezza totale è di 1.732 mm (senza tener conto degli specchietti retrovisori); il passo supera i due metri e mezzo (2.589 mm).

Rispetto alla versione standard della Clio VI, la sporter è più lunga di 20 cm, in modo tale da rendere più capiente il vano carico. Per il resto, da un punto di vista meccanico, l’impostazione è la stessa della Clio III dalla quale la quarta generazione mutua sia la piattaforma modulare che lo schema delle sospensioni.

Come è facile intuire, le uniche due differenze sostanziali tra la versione sporter e quella standard sono le dimensioni e il design esterno; detto degli ingombri della carrozzeria, bisogna sottolineare come anche lo spazio interno sia stato parzialmente ridisegnato per rendere non solo il vano carico – la cui capacità è stata portata a 443 dm cubici – più capiente ma anche per assicurare il comfort necessario ai passeggeri delle file posteriori (i quali hanno a disposizione 140 mm per le gambe). La sezione che cambia maggiormente è ovviamente il prospetto posteriore: a parte lo spoiler del lunotto, molti elementi risultano ridisegnati. I gruppi ottici hanno una forma un po’ diversa, il lunotto stesso è leggermente più inclinato e la fascia paraurti monta un labbro in plastica nera con il margine superiore cromato. Resta, invece, dalla versione standard, il modulo cromato che si estende ad entrambe le portiere, collocato nella fascia inferiore della fiancata.

La dotazione tecnologica della Clio Station Wagon include numerosi dispositivi di assistenza alla guida quali l’Easy Park Assist e i sensori di parcheggio a 360° abbinati ad una parking camera; a questi si aggiungono la frenata d’emergenza, l’assistenza per la partenza in salita (con una frenata supplementare di due secondi per consentire un avvio in piena sicurezza) e il sistema ESP, ovvero il controllo dinamico della stabilità che permette di conservare il controllo della traiettoria anche in caso di perdita di aderenza.

Il sistema di infotainment viene gestito tramite schermi touch da 7”, mediante i quali – grazie alla compatibilità con Android – è possibile gestire le applicazioni del proprio smartphone direttamente dal display. I sistemi R-Link, R-Link Evolution e Smart Nav Evolution completano l’offerta relativa alla connettività del pacchetto Renault Easy Connect, che include mappe di navigazione e radio (l’impianto utilizza sette altoparlanti Bose, distribuiti all’interno dell’abitacolo), gestibile tramite l’applicazione R&Go direttamente dallo smartphone.

Clio Sporter
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/wwwrenaultcom/8484321361

Le motorizzazioni Clio Sporter con relativi consumi ed emissioni

La gamma di motorizzazioni Renault Clio Sporter è piuttosto ampia. L’architettura dei power train prevede 4 cilindri in linea con trazione anteriore, ad eccezione del tre cilindri (sempre in linea) a benzina da 90 CV. Le opzioni di alimentazione sono due: benzina e diesel, entrambe con omologazione secondo la normativa Euro 6. Ricapitolando, per quanto riguarda le motorizzazioni a benzina, l’offerta comprende:

  • il motore da 1.2 litri (16 valvole, 1.149 cc di cilindrata) da 75 CV, abbinato al cambio manuale a cinque marce e in grado di toccare una velocità massima pari a 167 km/h.
  • l’Energy TCe da 0.9 litri (898 cc di cilindrata) in grado di sviluppare 90 CV e toccare una velocità di punta pari a 180 km/h. Viene abbinato ad una trasmissione manuale a cinque rapporti.
  • l’Energy TCe da 1.2 litri (1.197 cc di cilindrata) capace di erogare 120 CV e di spingere la vettura fino a 199 km/h viene accoppiato ad un cambio manuale a sei marce. La stessa motorizzazione viene anche abbinata al cambio automatico EDC a doppia frizione.

La gamma diesel, invece, è formata dai vari tagli di potenza del dCi da 1.5 litri, un quattro cilindri in linea da 1.461 cc di cilindrata. I tagli di potenza sono tre. La versione da 75 CV viene abbinata solo al cambio manuale a cinque rapporti, quella da 90 CV viene accoppiata sia alla trasmissione manuale che a quella automatica EDC a doppia frizione a sei rapporti mentre la variante da 110 CV è associata esclusivamente alla trasmissione meccanica a sei rapporti. Per quanto riguarda le prestazioni, i valori di velocità massima – dichiarati dal costruttore – si collocano all’interno della fascia compresa tra i 168 km/h e i 194 km/h.

Sul sito ufficiale dell’azienda francese sono disponibili anche i dati relativi ai consumi, calcolati su ciclo misto NEDC. Stando al prospetto pubblicato dal costruttore, i consumi della Renault Clio Sporter vanno dai 5.7 litri ogni 100 km dei modelli sospinti dal 1.2 litri da 75 CV ai 3.5 litri necessari per percorrere 100 km con una versione la cui trazione è affidata al diesel da 110 CV. Per contenere consumi ed emissioni, la casa della Losanga ha equipaggiato la Clio Sporter sia con il sistema Stop&Start (ovvero lo spegnimento e il riavvio automatico) sia con due modalità di guida (Eco e Driving Eco2) che riducono i consumi del 12% e sono in grado di fornire consigli per ottimizzare lo stile di guida in relazione al risparmio di carburante.

Allestimenti e prezzi Clio Sporter

La gamma Renault Clio Sporter si compone di quattro diversi livelli: base (‘Life’), Business, Duel e Duel 2 (questi ultimi sono stati aggiunti nell’ambito di una standardizzazione dell’offerta che ha coinvolto anche la Renault Megane). I prezzi, pertanto, variano – e anche di molto – in base all’allestimento ed alla motorizzazione che vi viene abbinata, tenendo presente che i modelli più economici sono quelli spinti dal 1.2 litri da 75 CV mentre quelli più cari sono le versioni con motori diesel da 90 CV e 110 CV abbinati al cambio automatico.

Il prezzo di listino dell’allestimento Life va da 14.286 euro a 18.386 euro; gli allestimenti Duel e Business, invece, coprono un range di prezzo compreso tra 16.686 e 20.786 euro. Infine, l’allestimento più prestigioso, il livello Duel 2, ha un prezzo di listino compreso tra 17.986 euro e 20.486 euro.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/wwwrenaultcom/8484321655

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/wwwrenaultcom/8484321361

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 4 Luglio 2018 11:35

Alfa Romeo Stelvio, ecco le novità della model year 2019

nl pixel