Rimborso cure e quarantena da parte di Japan Airlines in caso di contagio da Covid-19. I dettagli.

ROMA – Rimborso di cure e quarantena in caso di contagio da Covid-19 da parte di Japan Airlines. La compagnia giapponese per cercare di ripartire ha deciso di dare la possibilità a tutti i passeggeri dei voli internazionali di avere una protezione in caso di positività al coronavirus durante il viaggio all’estero.

Si tratta di un’offerta, al momento, a tempo. La proposta è valida fino al 30 giugno 2021 e interesserà tutti i passeggeri che risultano positivi fuori dai confini nazionali ed entro 31 giorni dalla partenza. Una proposta che presto potrebbe essere attuata anche da altre compagnie.

Collaborazione con Allianz

Come riferito dall’Ansa, per mettere in campo questa possibilità la compagnia aerea ha dato vita ad una collaborazione con il gruppo Allianz. Per il passeggero positivo è previsto un rimborso fino a 150mila euro per tutte le spese mediche e di 100 euro per il periodo di quarantena (massimo 14 giorni).

Al momento il servizio interessa solo la sfera dei viaggi d’affari, ma la compagnia starebbe ragionando sulla possibilità di allargare il tutto anche ai voli turistici in caso di riapertura dei confini. E non si esclude una proroga di questa offerta. La scadenza è stata fissata al 30 giugno, probabile un prolungamento fino al termine del 2021.

Japan Arlines
fonte foto https://www.facebook.com/JapanAirlinesWorldwide

Il turismo spera di ripartire nel quarto trimestre

La proposta di Japan Airlines potrebbe portare, in caso di riapertura dei confini anticipata, ad una ripresa del turismo nipponico prima del previsto. Il settore, viste anche le restrizioni a livello internazionale, spera di riuscire a ripartire nel quarto trimestre dell’anno in corso.

Un obiettivo non complicato da raggiungere. Molto dipenderà dalla campagna di vaccinazione e da come ci si muoverà in tutto il mondo. La speranza c’è e i prossimi mesi saranno decisivi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/JapanAirlinesWorldwide


I furbetti del cashback, sessantadue transazioni in 55 minuti in una stazione di servizio

Lagarde, “L’Italia e l’Europa sono fortunate che Mario Draghi abbia accettato la sfida”