Mondiali 2018, la rosa dell’Iran. Il c.t. Queiros si affida al talento di Azamoum per cercare di approdare di ottenere una qualificazione storica.

MOSCA (RUSSIA) – Per la quinta volta (la seconda consecutiva n.d.r.) nella storia l’Iran ha ottenuto la qualificazione al Mondiale. La squadra allenata dal c.t. portoghese Carlos Queiros non dovrebbe avere grandi speranze di qualificazioni visto il girone molto difficile con Spagna, Portogallo e Marocco. L’obiettivo per Azmoum e compagni sarà quello di realizzare il record di vittorie nella rassegna iridata.

Sardar Azmoun
Sardar Azmoun (fonte foto https://www.facebook.com/OnceDiarioMx/)

Iran, il cammino nelle qualificazioni a Russia 2018

Il lungo viaggio dell’Iran verso la Russia è iniziata nel terzo turno delle qualificazioni dell’Asia. La squadra di Queiroz ha dominato il suo gruppo senza mai perdere una partita che comprendeva Oman, Turkmenistan, Guam e India. Il momento magico di Azmoum e compagni è continuato anche nel turno successivo. Anche qui hanno concluso imbattuti in un girone non affatto semplice con Corea del Sud, Siria, Uzbekistan, Cina e Qatar.

Mondiali 2018, la rosa dell’Egitto

Di seguito la rosa dell’Iran selezionata dal commissario tecnico Carlos Queiroz

Portieri: Alireza Beiranvand (Persepolis), Rashid Mazaheri (Zob Ahan), Amir Abedzadeh (Maritimo)

Difensori: Majid Hosseini (Esteghlal), Milad Mohammadi (Akhmat Grozny), Mohammad Khanzadeh (Padideh), Morteza Pouraliganji (Al Saad), Pejman Montazeri (Esteghlal), Ramin Rezaeian (Ostende), Roozbeh Cheshmi (Esteghlal)

Centrocampisti: Ehsan Haji Safi (Olympiacos), Karim Ansarifard (Olympiacos), Masoud Shojaei (AEK Athènes), Mehdi Torabi (Saipa), Omid Ebrahimi (Esteghlal), Saeid Ezatolahi (Amkar Perm)

Attaccanti: Alireza Jahanbakhsh (AZ Alkmaar), Ashkan Dejageh (Nottingham Forest), Mehdi Taremi (Al-Gharafa), Reza Ghoochannejhad (Heerenveen), Saman Ghoddos (Ostersunds), Sardar Azmoun (Rubin Kazan), Vahid Amiri (Persepolis)

Iran: Azamoum la stella, Ezatolahi il giovane più interesse

La stella dell’Iran è sicuramente Sadar Azmoun. L’attaccante – in passato finito nel mirino di Lazio e Liverpool – giocherà il suo primo Mondiale da protagonista che per lui potrebbe fare il grande salto di qualità. Molto veloce ma anche un ottimo tiratore, è stato il miglior realizzatore della sua nazionale durante le qualificazioni con 11 reti.

Il giocatore con più talento convocato da Queiroz è Saeid Ezatolahi. Il talento classe 1996 in passato è cresciuto nelle giovanili dell’Atlético Madrid, diventando il miglior marcatore più giovane della sua nazionale. Alto 190 centimetri, il gioco aereo è la sua migliore qualità.

Di seguito il video con il cammino dell’Iran nelle qualificazioni

fonte foto copertina https://www.facebook.com/OnceDiarioMx/

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 15-06-2018


La rosa del Marocco ai Mondiali del 2018

Carlo Ancelotti tra futuro e mercato