Rosa Milan 2011/12: i protagonisti della stagione famosa per il ‘gol di Muntari’

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

La rosa del Milan nella stagione che seguì l’ultimo scudetto rossonero.

Rosa Milan 2011/12 – Giocare una stagione con il tricolore appuntato sul petto dona grande responsabilità. Difendere il trofeo conquistato è forse anche più difficile che conquistarlo. Ne sa qualcosa Max Allegri che, alla guida del suo Milan, si fece scucire il tricolore dalla prima Juventus di Conte, in quel campionato divenuto tristemente celebre per il cosiddetto ‘gol di Muntari’, la rete annullata al centrocampista ghanese nonostante la sfera avesse oltrepassato la linea per oltre un metro. Uno degli errori più gravi negli anni recenti in Serie A, divenuto forse giustificazione per il crollo verticale della squadra nelle ultime gare. Andiamo a ricordare i protagonisti di quel campionato concluso comunque con il secondo posto, semifinali di Coppa Italia, quarti di Champions e un trofeo conquistato: la Supercoppa italiana. Fu il primo campionato non vinto dalla squadra in cui militava Zlatan Ibrahimovic, autore comunque di una stagione da record (28 gol in Serie A, 35 in stagione).

Rosa Milan 2011/12

Portieri: Marco Amelia, Flavio Roma, Christian Abbiati.

Difensori: Taye Taiwo, Philippe Mexes, Alessandro Nesta, Djamel Mesbah, Gianluca Zambrotta, Ignazio Abate, Daniele Bonera, Thiago Silva, Mattia De Sciglio, Mario Yepes, Luca Antonini.

Centrocampisti: Mark van Bommel, Gennaro Gattuso (vice capitano), Clarence Seedorf, Sulley Muntari, Mathieu Flamini, Alberto Aquilani, Antonio Nocerino, Massimo Ambrosini (capitano), Rodney Strasser, Kevin-Prince Boateng, Urby Emanuelson, Bryan Cristante, Alexander Merkel, Simone Calvano, Mattia Valoti.

Attaccanti: Alexandre Pato, Filippo Inzaghi, Zlatan Ibrahimovic, Maxi Lopez, Simone Andrea Ganz, Robinho, Stephan El Shaarawy, Antonio Cassano.

Ricevi le ultime notizie sul Milan, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 16-08-2017

Mauro Abbate