Salvini punge Fico dopo il 2 giugno: "Ora la festa dei borseggiatori"

Rom scippano portafogli alla parata del 2 giugno. Salvini punge Fico: Ora la festa dei borseggiatori

Riprendono le discussioni tra Matteo Salvini e Roberto Fico. Il leader della Lega punge il presidente della Camera: Ora la festa dei borseggiatori e dei lavavetri abusivi.

Continua il duello dialettico tra Matteo Salvini e Roberto Fico. L’appello di Giuseppe Conte non è servito a spegnere le polemiche tra il leader della Lega e il presidente della Camera, in quota Movimento Cinque Stelle.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

2 giugno, cinque rom fermati per furto aggravato in concorso

Ad accendere le polemiche è stata la notizia del fatto che cinque rom sono stati fermati dalle autorità per aver scippato diversi portafogli approfittando della calca delle persone accorse nel cuore di Roma per assistere alla parata militare in occasione del 2 giugno, Festa della Repubblica.

La ‘dedica’ di Roberto Fico ai rom

La notizia condanna inevitabilmente la presa di posizione di Roberto Fico che proprio il 2 giugno aveva deciso di dedicare la Festa della Repubblica anche ai rom e ai migranti presenti in Italia. Un’affermazione pubblica che aveva scatenato le ire di Matteo Salvini,

Roberto Fico
Roberto Fico

Matteo Salvini punge Roberto Fico: Ora la festa dei borseggiatori e dei lavavetri abusivi

Forte delle notizie di cronaca, il Ministro dell’Interno ha deciso di servire la sua vendetta fredda e spietata invitando il presidente della Camera a indire la festa dei borseggiatori e dei lavavetri.

In occasione di un comizio a Cremona, il leader della Lega ha affondato il colpo contro il presidente della Camera.

“Il 2 giugno era la festa della Repubblica, per qualcuno la festa dei rom, adesso aspettiamo la festa dei borseggiatori e dei lavavetri abusivi, così ciascuno ha la sua festa”.

ultimo aggiornamento: 05-06-2019

X