Se riceviamo spesso file attraverso la posta, esiste un modo per stabilire se vogliamo scaricare gli allegati da Gmail invece di aprirli direttamente.

Sicuramente il servizio di posta elettronica di Google ha molti vantaggi, soprattutto se lo usiamo in accoppiata con Chrome. Tuttavia alcuni dei comportamenti predefiniti potrebbero non essere eccezionali per tutti gli usi. Per esempio, il servizio tende ad aprire alcuni tipi di allegati nell’applicazione di default. Se preferiamo scaricare gli allegati da Gmail in una cartella, la buona notizia è che si può fare cambiando una impostazione del browser.

Impostazioni di Gmail e Google Chrome, un po’ di confusione

Proprio perché i servizi di Gmail tendono a integrarsi in modo profondo con Chrome, non sempre è chiarissimo dove mettere le mani quando vogliamo modificare una impostazione. In questo caso, per esempio, la soluzione al nostro problema va cercata fra le impostazioni di Chrome e non fra quelle di Gmail. Il download degli allegati infatti è una opzione che dipende dal browser.

Come scaricare gli allegati di Gmail invece di aprirli

Come prima cosa apriamo le impostazioni del browser, usando il solito menu “tre pallini” che si trova in alto a destra nella finestra.

scaricare allegati da Gmail impostazioni

Scorriamo fino in fondo la schermata delle Impostazioni di Chrome e selezioniamo la voce Avanzate per aprire il set completo di opzioni.

scaricare allegati da Gmail avanzate

Scorriamo la pagina fino a trovare la sezione Download. la voce che ci interessa è Apri automaticamente determinati tipi di file dopo il download. Come vediamo, il tasto cancella ci permette di eliminare l’apertura automatica.

scaricare allegati da Gmail download

Attenzione!: come possiamo vedere, la funzionalità non ci offre nessun tipo di controllo, possiamo solo decidere se la vogliamo attiva oppure no. Allo stesso modo, non è chiarissimo come riattivare l’opzione, quindi al momento consideriamola come una scelta definitiva.

Gmail, fra App e sito

Gmail, come molti servizi di Google, fa parte del “mondo” delle Web App, cioè quei servizi che tecnicamente sono siti Internet ma ormai sono così evoluti da potersi considerare a tutti gli effetti applicazioni. Negli anni ci sono stati molti cambiamenti, anche per integrarsi con l’ambiente Google, come il celebre spostamento dei contatti di qualche anno fa. In questo caso però, visto che l’opzione è legata al browser, ricordiamoci che se usiamo più di un computer dovremo ripetere la procedura su tutti quelli che utilizziamo.

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
Chrome gmail guide manutenzione tech

ultimo aggiornamento: 17-05-2020


Come convertire un file Word in PDF, gratis e senza sforzo

Chi ha un Macbook probabilmente lo sta caricando nel modo sbagliato