Serie A, i risultati di domenica 18 ottobre 2020. Vincono Roma e Sassuolo. Pari Fiorentina.

ROMA – Serie A, il programma e i risultati di domenica 18 ottobre 2020. In attesa del Monday Night tra Verona e Genoa, si completa la quarta giornata di campionato.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Nella sfida delle 12.30 vittoria in rimonta del Sassuolo. Neroverdi al secondo posto solitario dopo il 4-3 al Bologna. Felsinei sempre fermi a 3 punti. Nelle sfide delle 15 successo in trasferta per il Cagliari a Torino 3-2. 2-2, invece, tra Spezia e Fiorentina. Nella partita delle 18 successo fondamentale in chiave salvezza per l’Udinese: 3-2 al Parma.

Nel posticipo serale la Roma di Fonseca, non senza qualche rischio di troppo, ha superato 5-2 il Benevento.

Paulo Fonseca Lazio-Roma
As Roma 13/03/2018 – Champions League / Roma-Shakhtar Donetsk / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Paulo Fonseca

Serie A, i risultati di domenica 18 ottobre 2020

Di seguito il programma e i risultati di Serie A di domenica 18 ottobre 2020, sfide valide per la quarta giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Bologna-Sassuolo 3-4
Spezia-Fiorentina 2-2
Torino-Cagliari 2-3
Udinese-Parma 3-2
Roma-Benevento 5-2

Serie A
Serie A

Roma-Benevento 5-2: dilagano i giallorossi nella ripresa

Roma-Benevento 5-2

Marcatori: 5′ Caprari (B), 31′ Pedro (R), 35′ Dzeko (R), 55′ rig. Lapadula (B), 69′ rig. Veretout (R), 77′ Dzeko (R), 89′ Carles Peres (R)

Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini, Cristante, Ibanez (78′ Ibanez); Santon (73′ Bruno Peres), Veretout (73′ Villar), Pellegrini Lo., Spinazzola; Pedro (78′ Carles Perez), Mkhitaryan; Dzeko (84′ Borja Mayoral). All. Fonseca

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola, Foulon; Ionita, Schiattarella (82′ Hetemaj), Dabo (76′ Improta); Iago Falque (46′ Insigne L.), Caprari; Lapadula (82′ Sau). All. Inzaghi F.

Arbitro: Sig. Giovanni Ayroldi di Molfetta

Note: Ammoniti: Ibanez, Veretout, Santon (R); Schiattarella, Foulon (B). Angoli: 6-4. Recupero: 3′ p.t.; 3′ s.t.

All’Olimpico il match si sblocca dopo 5′. L’ex Caprari libera il destro dalla distanza, la palla si impenna dopo una deviazione di Ibanez e beffa Mirante. La Roma reagisce subito andando vicina al pareggio due volte con Mkhitaryan. Il pareggio giallorosso arriva al 31′. Pellegrini serve Pedro, tiro dalla distanza e 1-1. Neanche il tempo di riorganizzari che il Benevento si trova sotto. Mirante serve Mkhitaryan, palla per Dzeko. Il bosniaco con il destro al volo la ribalta. In pieno recupero arriva il tris di Mkhitaryan, annullato dal Var per un fallo.

La Roma nella ripresa continua a spingere per il tris, ma è il Benevento a trovare il pareggio. Ingenuità di Veretout che colpisce Ionita dopo un controllo sbagliato. Dal dischetto si presenta Lapadula: Mirante la para ma non può far nulla sul tap-in dell’attaccante. La Roma si getta in avanti alla ricerca del vantaggio. 3-2 che arriva dal dischetto per un fallo di Montipò su Pedro. Dagli undici metri Veretout spiazza il portiere avverario e riporta i suoi avanti. Al 77′ la chiude Dzeko. Azione sull’asse Villar-Mkhitaryan, palla al bosniaco che la deposita in rete. Il pokerissimo della Roma arriva nel finale con Carles Perez. Qualche minuto prima Mkhitaryan aveva calciato alto da buona posizione. Termina dopo tre minuti di recupero la partita. Una vittoria che salva la panchina di Fonseca.

Udinese-Parma 3-2: Pussetto regala la vittoria ai bianconeri

Udinese-Parma 3-2

Marcatori: 27′ Hernani (P), 28′ Samir (U), 53′ aut. Iacoponi (U), 70′ Karamoh (P), 89′ Pussetto (U)

Udinese (3-5-2): Nicolas; Samir, Rodrigo Becao, De Maio; ter Avest, Pereyra R. (78′ Deulofeu), Arslan (67′ Makengo), de Paul, Ouwejan (78′ Forestieri); Okaka, Lasagna (67′ Pussetto). All. Gotti

Parma (4-3-1-2): Sepe; Laurini, Iacoponi, Gagliolo, Pezzella Giu.; Brugman (64′ Cyprien), Hernani (80′ Grassi), Kurtic (64′ Sohm); Kucka; Gervinho, Karamoh. All. Liverani

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: Ammoniti: Rodrigo Becao, Arslan, Makengo (U); Brugman, Iacoponi (P). Angoli: 11-2. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene l’Udinese che va vicina al gol in due occasioni con Samir (palla fuori) e Okaka (spara addosso a Sepe). Reagisce il Parma con Kucka, Nicolas para. Il vantaggio giallo-blu arriva al 26′. Hernani dalla distanza beffa Nicolas, ingannato dalla deviazione di Becao. Immediata la replica dell’Udinese. Sugli sviluppi di un corner Samir di testa pareggia i conti. Finale di tempo divertente con due occasioni per i padroni di casa e una per gli ospiti.

Nella ripresa parte bene l’Udinese anche se la prima occasione è per il Parma. Da buona posizione Hernani non inquadra la porta. Immediata la replica della squadra di casa. Errore di Kurtic, Pereyra ne approfitta e batte Sepe grazie alla deviazione di Iacoponi. Dopo il vantaggio, l’Udinese prova a gestire la partita senza affondare il colpo. Una scelta punita al 70′. Cross di Pezzella, Karamoh, lasciato tutto solo, firma il 2-2. Nel finale spinge la squadra di casa che va vicina al vantaggio con Okaka e de Paul. 3-2 che arriva a 60″ dal 90′. Okaka serve Pussetto, tiro dalla distanza e Sepe battuto. Non c’è più tempo, l’Udinese conquista la sua prima vittoria in stagione.

Spezia-Fiorentina 2-2: i liguri rimontano due reti

SpeziaFiorentina 2-2

Marcatori: 2′ Pezzella Ger. (F), 4′ Biraghi (F), 39′ Verde (S), 75′ Farias (S)

Spezia (4-3-3): Provedel; Sala J. (64′ Ferrer), Chabot, Terzi, Bastoni S. (78′ Dell’Orco); Acampora, Ricci M., Deiola (64′ Agudelo); Verde, Piccoli (55′ Nzola), Gyasi. All. Italiano

Fiorentina (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger. (71′ Igor), Caceres; Lirola, Bonaventura (78′ Pulgar), Amrabat, Castrovilli (78′ Callejon), Biraghi; Ribery (86′ Kouamé), Vlahovic (72′ Cutrone). All. Iachini

Arbitro: Sig. Gianluca Manganiello di Pinerolo

Note: Ammoniti: Chabot (S); Bonaventura, Lirola (F). Angoli: 5-5. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Parte bene la Fiorentina che al 2′ trova il vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, Pezzella tutto solo realizza l’1-0. Passano due minuti e arriva il raddoppio. Lirola trova Biraghi che, anticipando Sala, batte Provedel per la seconda volta. Non succede più nulla fino al 39′ quando Verde la riapre. L’ex Roma sfrutta un errore di Caceres per battere Dragowski.

Nella ripresa la Fiorentina ci prova, ma Castrovilli da due passi non riesce ad impattare la palla. Reagisce la squadra di Italiano, Farias da buona posizione spara alto. Dall’altra parte è ancora Castrovilli ad avere la palla del 2-1. Questa volta è attento Provedel. Il pareggio bianconero arriva al 75′ con Farias, che risolve una mischia in area di rigore. Non succede più nulla negli ultimi minuti. Un punto che soddisfa di più i padroni di casa che gli ospiti. Entrambe le squadre salgono a quota 4.

Torino-Cagliari 2-3: colpo sardo all’Olimpico

Torino-Cagliari 2-3

Marcatori: 4′ rig. Belotti (T), 12′ Joao Pedro (C), 19′ Simeone (C), 50′ Belotti (T), 73′ Simeone (C)

Torino (4-3-1-2): Sirigu; Vojvoda, Nkoulou, Lyanco, Rodriguez R. (89′ Ansaldi); Meité (79′ Verdi), Rincon, Linetty (88′ Murru); Lukic; Bonazzoli F., Belotti. All. Giampaolo

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Godin, Lykogiannis; Marin, Rog; Nandez (85′ Caligara), Joao Pedro, Sottil (84′ Ounas); Simeone (76′ Pavoletti). All. Di Francesco

Arbitro: Sig. Federico La Penna di Roma 1

Note: Ammoniti: Rincon (T); Rog, Lykogiannis, Pavoletti (C). Espulso: all’87’ Milinkovic-Savic V. (T) dalla panchina per proteste. Angoli: 2-4 per il Cagliari. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Subito in vantaggio il Torino. Cragno stende in area di rigore Lukic. Dal dischetto si presenta Belotti: palla da una parte e portiere dall’altra. Immediata la replica del Cagliari. Sugli sviluppi di un corner, Walukiewicz calcia male, la palla finisce sui piedi di Joao Pedro, che realizza a porta sguarnita. Al 19′ la ribalta il Cagliari. Zappa trova Nandez, palla per Simeone. L’argentino la controlla e trafigge Sirigu. Non succede più nulla fino al duplice fischio.

Ad inizio ripresa pareggia subito i conti il Torino. Cross di Vojvoda, Bonazzoli di testa la spizza per Belotti. Bravo il Gallo a realizzare il 2-2. Dopo lar rete del capitano granata, la squadra di casa si rende pericolosa con Meité. Dall’altra parte è Sottil ad avere la palla del 3-2. Nuovo vantaggio che arriva al 73′. Simeone è rapace in area di rigore a mettere la palla in rete sulla respinta corto da Sirigu. Le ultime occasioni sono per Belotti: prima la mira è imprecisa e poi Cragno si supera.. Prima vittoria per Di Francesco che si toglie, momentaneamente, dalla zona rossa. Granata sempre a quota 0.

Bologna-Sassuolo 3-4: rimonta neroverde

Bologna-Sassuolo 3-4

Marcatori: 10′ Soriano (B), 18′ Berardi D. (S), 39′ Svanberg (B), 60′ Orsolini (B), 64′ Djuricic (S), 70′ Caputo (S), 76′ aut. Tomiyasu (S)

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri (65′ Mbaye), Danilo, Tomiyasu, Hickey; Schouten, Svanberg (65′ Dominguez); Orsolini, Soriano, Barrow (75′ Sansone N.); Palacio (75′ Santander). All. Mihajlovic

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur (63′ Ayhan), Chiriches, Ferrari G. M. (90’+1 Peluso), Kyriakopoulos; Bourabia (61′ Raspadori), Locatelli M.; Berardi, Traoré H. (61′ Maxime Lopez), Djuricic (84′ Obiang); Caputo. All. De Zerbi

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 2

Note: Ammoniti: Svanberg (B); Locatelli M. (S). Angoli: 7-11 per il Sassuolo. Recupero: 2′ p.t.; 6′ s.t.

Buon inizio del Bologna anche se il primo tiro verso la porta è di marca neroverde. Djuricic da buona posizione non inquadra la porta. Il match si sblocca al 10′. Magia di Palacio che, in mezzo a due, trova il varco giusto per servire Soriano. Per l’ex Samp è un gioco da ragazzi battere Consigli. Immediata la replica del Sassuolo. Skorupski dice di no a Berardi e, poi, da buona posizione Traore manda alto. Ancora neroverdi pericolosi con Kyriakopoulos, prima del pareggio di Berardi. Chiriches allarga per Berardi, mancino sul secondo palo vincente per il giocatore calabrese. Succede poco nella fase centrale del tempo. Il Bologna si riporta avanti al 39′. Berardi perde palla a centrocampo, la sfera arriva sui piedi di Svanberg che batte Consigli per la seconda volta. Ancora squadra di casa pericolosa sugli sviluppi di un calcio di punizione, attento il portiere ospite. L’ultima chance del primo tempo è per Caputo, Skorupski dice di no.

Nella ripresa subito ritmi molto alti, con i portieri chiamati in causa da Berardi e Barrow. Il tris dei padroni di casa arriva al 60′. Errore in disimpegno di Locatelli, ne approfitta Orsolini che trafigge Consigli con l’aiuto di una deviazione. Immediata la reazione degli ospiti. Caputo si trasforma in uomo assist e Djuricic riapre la partita. Ancora neroverdi pericolosi con Ferrari, Skorupski si salva in qualche modo. Al 70′ arriva il pareggio degli ospiti. Svarione di Palacio sugli sviluppi di un corner, la palla arriva a Caputo sul secondo palo. Per il numero 9 è un gioco da ragazzi appoggiare la sfera in rete di testa. Ancora neroverdi pericolosi. Skorupski si supera sul colpo di testa di Lopez. La squadra ospite la ribalta al 76′. Sul cross di Kyriakopoulos Tomiyasu la manda nella sua porta dopo un’uscita non perfetta di Skorupski. Nel finale i padroni di casa si gettano in avanti per il pareggio, ma Consigli non rischia nulla. Anzi sono proprio gli ospiti ad andare vicino al quinto gol con Raspadori. Una vittoria che proietta il Sassuolo al secondo posto, padroni di casa fermi a quota 3.

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 19-10-2020


Alla scoperta del Borussia Dortmund, l’avversario della Lazio in Champions League

Alla scoperta della Dinamo Kiev, la squadra ucraina nel girone della Juventus