Serie A, i risultati di domenica 21 febbraio. L’Inter vince il derby, l’Atalanta batte il Napoli. Pareggia la Roma.

ROMA – Serie A, i risultati di domenica 21 febbraio. Giornata che si apre con il pareggio per 2-2 tra Udinese e Parma. Dominio Inter nel Derby della Madonnina: Milan battuto 3-0. Poker dell’Atalanta al Napoli, mentre la Roma non va oltre lo 0-0 contro il Benevento.

Serie A, i risultati di domenica 21 febbraio

Di seguito i risultati di Serie A di domenica 21 febbraio, sfide valide per la ventitreesima giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Parma-Udinese 2-2
Milan-Inter 0-3
Atalanta-Napoli 4-2
Benevento-Roma 0-0

Serie A
Serie A

Serie A, Benevento-Roma 0-0: reti bianche al ‘Vigorito’

Benevento-Roma 0-0

Marcatori:

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Glik, Barba, Foulon; Hetemaj (78′ Tello), Schiattarella, Viola N. (59′ Caldirola); Ionita, Caprari (68′ Insigne R.); Lapadula (77′ Moncini). All. Inzaghi F.

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Fazio (72′ Juan Jesus), Spinazzola; Karsdorp (72′ Pedro), Villar, Veretout (58′ Dzeko), Bruno Peres; Pellegrini Lo., Mkhitaryan (82′ El Shaarawy); Borja Mayoral. All. Fonseca

Arbitro: Sig. Luca Pairetto di Nichelino

Note: Ammoniti: Schiattarella, Montipò (B); Fazio (R). Espulsi: al 57′ Glik (B) per doppia ammonizione e al 90’+5 Inzaghi F. (B) per doppia ammonizione. Angoli: 1-9 per la Roma. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Un primo tempo senza particolari emozioni. Nel finale ci ha provato un po’ di più il Benevento, ma Pau Lopez non è stato praticamente impegnato.

Ad inizio ripresa il Benevento rimane in 10 per il rosso (doppio giallo) a Kamil Glik. Nonostante l’uomo in più, la squadra di Fonseca non crea particolari occasioni se non un tiro di Pellegrini salvato sulla linea da Caldirola. Un punto che serve soprattutto ai padroni di casa.

Serie A, Atalanta-Napoli 4-2: secondo tempo ricco di emozioni. Paura per Osimhen

Atalanta-Napoli 4-2

Marcatori: 52′ Zapata D. (A), 58′ Zielinski (N), 64′ Gosens (A), 71′ Muriel (A), 76′ aut. Gosens (N), 79′ Romero (A)

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Maehle (89′ Sutalo), de Roon, Freuler (78′ Pasalic), Gosens; Pessina (83′ Palomino); Muriel (83′ Miranchuk), Zapata D. (89′ Malinovskyi). All. Gasperini

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Maksimovic (77′ Koulibaly), Mario Rui (77′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Bakayoko, Zielinski (84′ Lobotka); Politano, Osimhen, Elmas (53′ Insigne L.). All. Gattuso

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Note: Ammoniti: Djimsiti, Gosens (A); Di Lorenzo (N). Espulso: al 26′ Gasperini (A) per proteste. Angoli: 6-2 per l’Atalanta. Recupero: 0′ p.t.; 4′ s.t.

Un primo tempo senza particolari emozioni. Partita equilibrata senza tiri in porta.

Ad inizio ripresa l’Atalanta trova il vantaggio. Cross di Muriel e Zatapa di testa sovrasta Mario Rui per realizzare il classico gol dell’ex. Immediata la replica del Napoli. Cross di Politano per Zielinski. Destro di prima intenzione e Gollini freddato. Si riporta subito avanti l’Atalanta. Muriel serve Zapata. Il colombiano trova Gosens sul secondo palo che non sbaglia. Reagisce subito il Napoli con Insigne (para Gollini), ma è Muriel a trovare il tris su errore in disimpegno di Bakayoko. Il Napoli la riapre. Gosens sul cross dalla destra la mette nella propria porta. Il quarto gol dell’Atalanta lo firma Romero su spizzata di Djimsiti. Nel finale non succede più nulla. Apprensione per le condizioni di Osimhen, uscito dal campo e portato d’urgenza in ospedale per una botta alla testa.

Serie A, Milan-Inter 0-3: dominio nerazzurro nel derby

Milan-Inter 0-3

Marcatori: 5′ Lautaro Martinez, 57′ Lautaro Martinez, 66′ Lukaku R.

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T.; Tonali (67′ Meité), Kessié; Saelemaekers (67′ Rafael Leao), Calhanoglu, Rebic; Ibrahimovic (75′ Castillejo). All. Pioli

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi (83′ Young), Barella (86′ Vidal), Brozovic, Eriksen (78′ Gagliardini), Perisic (78′ Darmian); Lukaku R., Lautaro Martinez (79′ Sanchez A.). All. Conte

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma 1

Note: Ammoniti: Kjaer, Saelemaekers (M); Hakimi (I). Angoli: 7-7. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

L’Inter trova subito il vantaggio sull’asse Lu-La. Cross di Lukaku e colpo di testa vincente di Lautaro. Partita divertente a San Siro. Il Milan reagisce con Ibrahimovic, Handanovic attento. Dall’altra parte è Lukaku a provarci, tiro troppo debole per creare problemi a Donnarumma. Nel finale grandissime occasioni per Henandez e Lautaro, ma la mira è imprecisa.

Nella ripresa Handanovic risponde presente prima su Ibrahimovic e poi su Tonali. Dall’altra parte è Lautaro ad impegnare Donnarumma. Proprio l’argentino al 57′ firma il raddoppio. Azione sull’asse Eriksen-Perisic e l’attaccante da due passi non sbaglia. Poco dopo Lukaku va vicino al tris. Prova a reagire il Milan con Ibrahimovic, ma è proprio il belga a firmare il terzo gol dopo una lunga progressione. Continua l’Inter a rendersi pericolosa, ma Barella ed Eriksen sono imprecisi. Negli ultimi minuti Handanovic viene impegnato da Rebic e Meité. Una vittoria che consente ai nerazzurri di portare a quattro i punti di vantaggio sul Milan.

Serie A, Parma-Udinese 2-2: rimonta bianconera

Parma-Udinese 2-2

Marcatori: 3′ Cornelius (P), 30′ rig. Kucka (P), 64′ Okaka (U), 80′ Nuytinck (U)

Parma (4-3-3): Sepe; Conti A., Bani, Gagliolo, Pezzella Giu. (79′ Laurini); Kucka, Brugman (70′ Cyprien), Hernani (66′ Grassi); Karamoh (66′ Man), Cornelius, Mihaila (79′ Bruno Alves). All. D’Aversa

Udinese (3-5-1-1): Musso; Rodrigo Becao (46′ Molina N.), Bonifazi, Nuytinck; Stryger Larsen, de Paul, Arslan (87′ Walace), Walace (46′ Nestorovski), Zeegelaar (71′ Ouwejan); Pereyra R.; Llorente (60′ Okaka). All. Gotti

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Brugman, Cornelius, Bani, Mihaila, Man, Conti A. (P); Zeegelaar, Musso, Pereyra R. (U). Angoli: 3-2 per il Parma. Recupero: 1′ p.t.; 5′ s.t.

Pronti, via e il Parma trova subito il vantaggio. Cornelius sul cross di Pezzella anticipa Zeegelaar e batte Musso. Prova una minima reazione l’Udinese con Llorente, ma è ancora il Parma a sfiorare il raddoppio con Cornelius, Musso si salva in qualche modo. Il raddoppio arriva al 30′ con il calcio di rigore Kucka (fallo di Becao su Mihaila). Faticano i ragazzi di Gotti e Musso si oppone a Mihaila.

Nella ripresa ancora padroni di casa pericolosi con Kucka e Mihaila prima del gol di Okaka. L’ex Roma, servito da de Paul, batte Sepe e accorcia le distante. Una rete che permette all’Udinese di ritrovare fiducia e andare alla conclusione con Pereyra. Reagisce il Parma, ma Mihaila non riesce a sfruttare un flipper in area di rigore. Il pareggio arriva all’80’. Colpo di testa vincente di Nuytinck e Sepe battuto per la seconda volta. Nel finale di tempo una chance per gli ospiti e due per i padroni di casa ma il punteggio non cambia. Un punto che serve di più ai friulani che agli emiliani.

TAG:
calcio news Inter milan primo piano

ultimo aggiornamento: 21-02-2021


Atalanta-Napoli, trauma cranico per Osimhen: il nigeriano aveva perso i sensi

Antitrust, sanzione da 2 milioni a Sky per mancato rimborso dopo la sospensione delle partite