Serie A, i risultati di sabato 28 novembre. Colpi esterni di Inter e Verona in casa di Sassuolo e Atalanta. Pari Juventus.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 28 novembre. Nella prima sfida di giornata tris dell’Inter in casa del Sassuolo. Con questo successo i nerazzurri agguantano in classifica proprio i neroverdi. Nella sfida delle 18 pari tra Benevento e Juventus.

A sorpresa nell’anticipo serale il Verona supera 2-0 l’Atalanta e la scavalca inclassifica.

Serie A, i risultati di sabato 28 novembre

Di seguito i risultati delle sfide di sabato 28 novembre 2020, valide per la nona giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Sassuolo-Inter 0-3
Benevento-Juventus 1-1
Atalanta-Hellas Verona 0-2

Serie A
Serie A

Serie A, Atalanta-Hellas Verona 0-2: colpo scaligero

Atalanta-Hellas Verona 0-2

Marcatori: 60′ rig. Miguel Veloso, 84′ Zaccagni

Atalanta (3-4-2-1): Gollini (66′ Sportiello); Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, de Roon, Freuler, Mojica (78′ Ruggeri); Ilicic (63′ Lammers), Gomez A. (80′ Diallo); Zapata D. (63′ Muriel) All. Gasperini

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri, Lovato (31′ Danzi; 46′ Miguel Veloso), Ceccherini (75′ Favilli), Dawidowicz; Faraoni, Tameze, Ilic (59′ Colley), Dimarco; Barak, Zaccagni; Di Carmine (58′ Salcedo E.). All. Juric

Arbitro: Sig. Davide Massa di Imperia

Note: Ammoniti: Toloi, Diallo (A); Ceccherini, Dawidowicz, Miguel Veloso (V). Angoli: 4-1 per l’Atalanta. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Dopo un inizio di studio, l’Atalanta in pochi minuti ha una doppia occasione con Ilicic e Freuler, palla fuori. Continua a rendersi pericolosa la squadra di Gasperini, ma Silvestri risponde presente su Gomez e Zapata. Proprio sui piedi del Papu capita l’ultima occasione della frazione, palla alta.

Nella ripresa è sempre l’Atalanta a creare diversi pericoli. Silvestri risponde presente su Toloi e Hateboer, nel mezzo la traversa di Miguel Veloso per gli ospiti su calcio di punizione. Crescono gli scaligeri con il passare dei minuti e per una questione di centimetri Di Carmine non realizza l’1-0. Vantaggio che arriva al 60′. Zaccagni viene fermato fallosamente in area di rigore da Toloi. Dal dischetto si presenta Veloso che non sbaglia. Prova a reagire la Dea, ma la mira di Muriel è imprecisa. Nel finale Veloso si trasforma in uomo assist e Zaccagni realizza il 2-0. L’ultima chance è per Hateboer, risponde presente Silvestri. Non c’è più tempo, Verona corsaro a Bergamo.

Serie A, Benevento-Juventus 1-1: Letizia risponde a Morata

Benevento-Juventus 1-1

Marcatori: 21′ Morata (J), 45’+3 Letizia (B)

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Letizia, Glik, Caldirola (33′ Maggio; 60′ Insigne R.), Barba; Hetemaj, Schiattarella, Ionita(71′ Tuia); Improta, Caprari (72′ Tello); Lapadula (72′ Sau). All. Inzaghi F.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, Danilo, de Ligt, Frabotta; Chiesa (69′ Bernardeschi), Rabiot, Arthur (62′ Bentancur), Ramsey (62′ Kulusevski); Dybala, Morata. All. Pirlo

Arbitro: Sig. Fabrizio Pasqua di Tivoli

Note: Ammoniti: Maggio, Inzaghi F., Schiattarella, Barba, Improta, Insigne R. (B); Cuadrado (J). Espulso: al 90’+7 Morata (J) per proteste

Al primo vero tiro in porta la Juventus passa in vantaggio. Chiesa serve Morata, lo spagnolo controlla, supera Ionita e incrocia sul palo lontano della porta di Montipò. Il Benevento prova a reagire, ma è la Juventus ad andare vicina al raddoppio. Prima Dybala da ottima posizione non inquadra la porta, poi Montipò con i piedi si salva sulla conclusione di Ramsey. Con il passare dei minuti la Juventus abbassare il ritmo e il Benevento ne approfitta. Prima Lapadula sfiora il gol e poi Szczesny salva su Schiattarella. Sugli sviluppi dell’angolo Letizia con il destro al volo batte il portiere avversario e realizza l’1-1.

Nella ripresa la prima chance è per la Juventus. Morata di testa, però, è impreciso. Il forcing della Juventus non porta i bianconeri a trovare il gol del vantaggio. L’unica occasione da segnalare nel finale è una conclusione di Dybala parata da Montipò. Nervosismo nel finale. Rosso a morata per proteste. Un pareggio che non consente ai bianconeri di balzare al secondo posto in classifica.

Serie A, Sassuolo-Inter 0-3: nerazzurri corsari al ‘Mapei Stadium’

Sassuolo-Inter 0-3

Marcatori: 4′ Sanchez A., 14′ aut. Chiriches, 60′ Gagliardini

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan (59′ Muldur), Chiriches (42′ Marlon), Ferrari G. M., Rogério; Lopez M. (76′ Schiappacasse), Locatelli M.; Berardi D., Djuricic (59′ Obiang), Boga; Raspadori (76′ Traore H.). All. De Zerbi

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Darmian (90’+2 Hakimi), Barella (85′ Sensi), Gagliardini, Perisic (85′ Eriksen); Vidal; Lautaro Martinez (79′ Lukaku R.), Sanchez A. (80′ Young) All. Conte

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: Locatelli M., Rogerio, Lopez M. (S). Angoli: 6-2 per il Sassuolo. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Parte bene l’Inter. Errore in disimpegno di Chiriches. Sanchez lancia Lautaro, Chiriches salva in qualche modo. La palla resta nella disponibilità dell’argentino. Assist per Sanchez. Il cileno mette a sedere Consigli e realizza lo 0-1. Prova a reagire il Sassuolo, ma i neroverdi si espongono al contropiede avversario. Lautaro prova con un pallonetto, palla di poco fuori. Il raaddoppio degli ospiti arriva al 14′. Sugli sviluppi di un corner, la palla arriva sui piedi di Vidal. Tiro-cross del cileno, la palla finisce sul corpo di Chiriches prima di terminare in porta. Prova a reagire la squadra di casa, ma la conclusione di Djuricic si stampa sul palo.

Nella ripresa l’Inter ci prova subito con Lautaro, palla fuori. Il tris arriva al 60′. Darmian trova Gagliardini, il centrocampista controlla e mette in ghiaccio il risultato. Non succede più nulla. L’Inter porta a casa la vittoria e raggiunge in classifica proprio i neroverdi.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio calcio news Inter Juventus Serie A sport

ultimo aggiornamento: 29-11-2020


Milan-Fiorentina, Bonera: “Ibra è di buon umore. Vogliamo restare in alto il più possibile”

Il Napoli omaggia Maradona con una maglia speciale