Serie A, i risultati di domenica 29 novembre. Vincono Milan e Napoli. Bene Udinese e Bologna, pari tra Cagliari e Spezia.

MILANO – Serie A, risultati di domenica 29 novembre. Subito una sorpresa: l’Udinese vince in casa della Lazio. Nelle sfide delle 15 vittorie di Milan e Bologna contro Fiorentina e Crotone. Nella partita delle 18 pari tra Cagliari e Spezia. Nel big match di giornata il Napoli rifila un poker alla Roma.

Serie A, i risultati di domenica 29 novembre

Di seguito i risultati di Serie A domenica 29 novembre 2020, sfide valide per la nona giornata di campionato. (CLASSIFICA, PROBABILI FORMAZIONI e HIGHLIGHTS)

Lazio-Udinese 1-3
Bologna-Crotone 1-0
Milan-Fiorentina 2-0
Cagliari-Spezia 2-2
Napoli-Roma 4-0

Serie A
Serie A

Serie A, Napoli-Roma 4-0: poker partenopeo

Napoli-Roma 4-0

Marcatori: 31′ Insigne L., 64′ Fabian Ruiz, 81′ Mertens, 87′ Politano

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme (83′ Lobotka); Lozano (66′ Politano), Zielinski (77′ Elmas), Insigne L.; Mertens (83′ Petagna). All. Gattuso

Roma (3-4-2-1): Mirante; Mancini (38′ Juan Jesus), Cristante, Ibanez; Karsdorp, Veretout (46′ Veretout), Pellegrini Lo. (79′ Borja Mayoral), Spinazzola; Pedro, Mkhitaryan; Dzeko (71′ Carles Perez). All. Fonseca

Arbitro: Sig. Marco Di Bello di Brindisi

Note: Ammoniti: Di Lorenzo (N); Ibanez, Cristante (R). Angoli: 11-4 per il Napoli. Recupero: 2′ p.t.; 4′ s.t.

Parte bene la Roma, ci prova Pedro dalla distanza fuori. Prova a reagire il Napoli, ma la mira di Insigne è imprecisa. Il match si sblocca al 31′. Punizione magistrale di Insigne e palla in rete. Reazione della Roma con Cristante, palla fuori. Dall’altra parte è Lozano a mettere i brividi a Mirante. L’ultima occasione del match è per Mertens, Mirante si allunga e salva.

Nella ripresa la Roma prova a reagire, ma è il Napoli a trovare il raddoppio. Insigne serve Fabian Ruiz e palla in rete. Prova a reagire la Roma, ma la conclusione di Pellegrini è imprecisa. Il tris del Napoli arriva nel finale. Mirante respinge male la conclusione di Elmas. Per Mertens è un gioco da ragazzi realizzare il 3-0. C’è gioia anche per Politano. L’ex della partita vince i rimpalli supera Mirante e firma il 4-0. Non c’è più tempo, il Napoli domina la partita.

Serie A, Cagliari-Spezia 2-2: Nzola pareggia in pieno recupero

Cagliari-Spezia 2-2

Marcatori: 35′ Gyasi (S), 52′ Joao Pedro (C), 59′ Pavoletti (C), 90’+4 rig. Nzola (S)

Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa, Walukiewicz, Klavan, Carboni (73′ Tripaldelli); Marin, Rog; Ounas (77′ Ounas), Joao Pedro, Sottil; Pavoletti (77′ Pavoletti). All. Di Francesco

Spezia (4-3-3): Provedel; Ferrer (46′ Sala J.), Erlic, Terzi (63′ Chabot), Bastoni; Estevez (63′ Deiola), Ricci M. (83′ Piccoli), Maggiore; Farias, Nzola, Gyasi (80′ Agudelo). All. Italiano

Arbitro: Sig. Valerio Marini di Roma 1

Note: Ammoniti: Ferrer, Terzi, Estevez, Chabot (S). Angoli: 4-5. Recupero: 1′ p.t.; 4′ s.t.

Prima parte del match equilibrato. Lo Spezia, però, si rende più pericoloso con una doppia chance per Farias: prima la mira è imprecisa, poi Cragno nega la gioia del gol all’ex. Il match si sblocca al 35′. Azione di Bastoni, mancino in mezzo e scivolata di Gyasi sul secondo palo per realizzare l’1-0. La reazione dei padroni di casa arriva con un colpo di testa di Walukiewicz parato da Provedel.

Ad inizio ripresa il Cagliari trova subito il pareggio. Azione personale di Joao Pedro e parità stabilita. Passano pochi minuti e i sardi la ribaltano. Ounas imbuca per Zappa, assist per Pavoletti che con il tacco batte il portiere avversario. Vivace il finale del match. Ounas e Sottil hanno una buona chance per il tris, ma il punteggio non cambia. Nel mezzo un colpo di testa di Chabot di poco fuori. In pieno recupero lo Spezia pareggia. Ingenuità di Klavan che ferma fallosamente in area di rigore. Piccoli. Dal dischetto si presenta Nzola: palla da una parte e portiere dall’altra. Termina in pareggio la sfida.

Serie A, Milan-Fiorentina 2-0: rossoneri più primi

Milan-Fiorentina 2-0

Marcatori: 17′ Romagnoli, 25′ rig. Kessié

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli A., Hernandez T.; Kessié, Tonali (82′ Hauge); Saelemaekers (90’+2 Dalot), Calhanoglu, Brahim Diaz (75′ Krunic); Rebic. All. Pioli (in panchina Bonera)

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Caceres (60′ Lirola), Biraghi; Amrabat, Pulgar, Castrovilli (77′ Castrovilli); Callejon (46′ Bonaventura), Vlahovic (77′ Kouamé), Ribery (68′ Cutrone). All. Prandelli

Arbitro: Sig. Rosario Abisso di Palermo

Note: al 40′ Dragowski (F) para un rigore a Kessié (M). Ammoniti: Rebic, Kessié (M); Pezzella Ger., Castrovilli, Biraghi, Amrabat (F). Angoli: 3-6 per la Fiorentina. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

Alla prima vera occasione il Milan passa in vantaggio. Spizzata di Kessié per Romagnoli che non deve fare altro che appoggiare la sfera in rete. Prova a reagire la Fiorentina, Donnarumma si salva sulla conclusione di Vlahovic. Al 25′ i rossoneri raddoppiano. Pezzella ferma fallosamente Saelemaekers. Dal dischetto si presenta Kessié: palla da una parte e portiere dall’altra. Continua il dominio rossonero, ma Kessié al 40′ sbaglia il calcio di rigore.

Nella ripresa la prima chance è per Calhanoglu, palla sul palo. Dall’altra parte è Donnarumma a salvarsi in qualche modo su Ribery. Nel finale ci prova la Viola a riaprire la gara, ma non succede nulla.

Serie A, Bologna-Crotone 1-0: decide Soriano

Bologna-Crotone 1-0

Marcatori: 45’+2 Soriano

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo Lar., Tomiyasu, Hickey; Schouten, Svanberg (72′ Dominguez); Orsolini (19′ Sansone N.), Soriano, Barrow (87′ Vignato); Palacio. All. Mihajlovic

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan (59′ Golemic), Marrone (46′ Cuomo), Luperto; Pedro Pereira, Vulic (59′ Dragus), Petriccione, Molina S., Reca (79′ Crociata); Messias, Simy. All. Stroppa

Arbitro: Sig. Marco Serra di Torino

Note: Ammoniti: Hickey, Palacio (B); Petriccione, Marrone, Luperto (C). Angoli: 10-3. Recupero: 2′ p.t.; 3′ s.t.

La prima occasione è per il Crotone. Messias da posizione defilata non inquadra la porta. Con il passare dei minuti cresce il Bologna, prima Soriano non inquadra la porta. Poi è Danilo a non dare forza alla conclusione. Prova a reagire la squadra di Stroppa, Skorupski dice di no a Simy. Il Bologna sblocca il match allo scadere del primo tempo. Cordaz dice di no a Sansone, poi Palacio sulla traversa e tap-in vincente di Soriano.

Nella ripresa il Bologna controlla il match. L’unica occasione della prima parte capita a Barrow, Cordaz si salva in qualche modo. Non succede più nulla. Vittoria importante per i rosso-blu in chiave salvezza. Calabresi sempre più ultimi.

Serie A, Lazio-Udinese 1-3: colpo bianconero all’Olimpico

Lazio-Udinese 1-3

Marcatori: 18′ Arslan (U), 45’+4 Pussetto (U), 71′ Forestieri (U), 75′ rig. Immobile (L)

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric (77′ Pereira A.), Acerbi, Radu; Lazzari M., Cataldi (46′ Lucas Leiva), Parolo (46′ Akpa Akpro), Luis Alberto (64′ Caicedo), Fares (46′ Marusic); Correa, Immobile. All. Inzaghi S.

Udinese (3-5-2): Musso; Rodrigo Becao, Nuytinck, Samir; Stryger Larsen, de Paul, Arslan (58′ Jajalo), Pereyra R., Zeegelaar (57′ Molina N.); Forestieri (80′ Walace), Pussetto. All. Gotti

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna

Note: Ammoniti: Fares, Akpa Akpro (L); Arslan, Pereyra R., Samir, Musso (U). Angoli: 4-4. Recupero: 3′ p.t.; 4′ s.t.

La prima occasione del match capita sui piedi di Correa, Musso si salva in qualche modo. Al 18′ l’Udinese passa in vantaggio. L’azione inizia da Zeegelaar, fraseggio Pereyra-Pussetto e palla ad Arslan. Diagonale preciso e 1-0 bianconero. Ospiti vicino al raddoppio poco dopo con Samir, palla sulla traversa. Fatica a reagire la Lazio e i friulani provano ad approfittare con Forestieri e Pussetto, mira imprecisa. Proprio il secondo in pieno recupero raddoppia. Scambio con de Paul e palla in rete per il 2-0.

Nella ripresa la Lazio aumenta il forcing per cercare di riaprire il match, ma Musso in qualche modo si salva sulla conclusione di Immobile. Con il passare dei minuti l’Udinese prende le misure e colpisce in contropiede. Forestieri raccoglie la respinta di Acerbi e con una conclusione potente trafigge per la terza volta Strakosha. Immediata la replica dei biancocelesti che ritornano in partita con un calcio di rigore di Immobile, assegnato per un fallo di Musso proprio sul numero 17 biancoceleste dopo un retropassaggio sciagurato di Jajalo. Non succede più nulla nei minuti finale. I bianconeri portano a casa una vittoria fondamentale per il futuro.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
calcio calcio news Juventus milan Serie A sport

ultimo aggiornamento: 30-11-2020


Calcio in lutto, è morto Papa Bouba Diop

Morte Maradona, il medico personale di Diego indagato per omicidio colposo